Al termine della nuova riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica svoltosi nell’odierno pomeriggio a Messina, ed al quale tra gli altri hanno preso parte la prefetta dottoressa Maria Carmela Librizzi ed il sindaco Cateno De Luca, quest’ultimo ha intrapreso una collaborazione con i responsabili della Prefettura per redigere una Ordinanza con diverse misure

LE AZIONI, SONO TESE A CONTRASTARE LA DIFFUSIONE DEL COVID-19

180

Al termine della nuova riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica svoltosi nell’odierno pomeriggio a Messina, ed al quale tra gli altri hanno preso parte la prefetta dottoressa Maria Carmela Librizzi ed il sindaco Cateno De Luca, quest’ultimo ha intrapreso una collaborazione con i responsabili della Prefettura per redigere una Ordinanza con diverse misure (tese a fronteggiare il diffondersi nei contagi da Covid-19 ed evitare gli affollamenti… istituendo un lockdown -aggiuntivo- che inizierebbe dalla mezzanotte di sabato 21 novembre fino al 5 dicembre)… eccole nel dettaglio:

  • due settimane di -mini confinamento-, con interdizione di piazze e vie ritenute a rischio di assembramento, dalle ore 18 alle 22 (attimo in cui parte il coprifuoco disposto dal premier Giuseppe Conte con il suo Dpcm del 3 novembre… per le Regioni arancioni come la Sicilia);
  • chiusura alle 18 di tutte le imprese produttive, comprendendo anche quelle che come viene previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sono legittimate ad operare con l’asporto per le quali verrebbe previsto (dal dispositivo deluchiano) il funzionamento con modalità da consegna a domicilio;
  • nel weekend a partire dalle 18, verrebbe introdotto il divieto generalizzato di sosta e permanenza… si puo’ raggiungere una destinazione, percorrendo le strade ma in ogni zona vigerebbe il divieto di sostare;
  • fermo dei supermercati, alle 18.

Verranno consentite, le seguenti attivita’:

  • farmacie;
  • tabacchi;
  • edicole e distributori di carburante.

Alla base di queste azioni che si vorrebbero adottare, vi e’ il non rispetto delle regole di distanziamento sociale… come accaduto domenica 15 novembre sui Colli San Rizzo e a Santa Margherita al Raduno di Motocross… senza dimenticare quanto avvenuto nella mattinata dell’8 novembre a Capo Peloro, ma anche il problema relativo ad una presunta carenza di posti letto negli ospedali e le infezioni nelle scuole, aspetto questo sul quale De Luca e’ da diversi giorni in una posizione di conflitto rispetto ai pareri espressi dai responsabili dell’Asp.