“Anche in questa occasione il sindaco Cateno De Luca ha dimostrato il suo populismo a scapito dei più deboli, migranti e cittadini di Bisconte, esasperando gli animi e aizzando una rivolta sociale con una ordinanza che sapeva dovesse inevitabilmente essere annullata”

COSÌ SI È ESPRESSA OGGI IN UN COMUNICATO, PALMIRA MANCUSO COORDINATRICE CITTADINA DI PIÙ EUROPA, A MESSINA

0
310

“Anche in questa occasione il sindaco Cateno De Luca ha dimostrato il suo populismo a scapito dei più deboli, migranti e cittadini di Bisconte, esasperando gli animi e aizzando una rivolta sociale con una ordinanza che sapeva dovesse inevitabilmente essere annullata, dal momento che la materia di immigrazione non è competenza dei sindaci ma dello Stato, in particolare del ministero degli Interni e della Prefettura. Non è così che si governa una città dove la guerra tra poveri serve solo a legittimare la violenza, in tutte le sue forme”. Così Palmira Mancuso, coordinatrice cittadina di Più Europa commenta l’annullamento dell’ordinanza sindacale sulla chiusura dell’hotspot di Bisconte.