“Giorni fa una Consigliera regionale del PD in Piemonte, ha rilasciato un’intervista a La Stampa Torino, sulla vicenda della quale mi occupo dallo scorso dicembre, contattata dal più grande dei 4 fratelli e sorelle, con un messaggio sui social, dove richiedeva a il mio aiuto in quanto Segretario della Commissione Bicamerale per la tutela dell’Infanzia e dell’Adolescenza”

A RIFERIRLO OGGI SU FACEBOOK, È STATA LA DEPUTATA DEL GRUPPO MISTO DI MONTECITORIO, VERONICA GIANNONE

151

“Giorni fa una Consigliera regionale del PD in Piemonte, ha rilasciato un’intervista a La Stampa Torino, sulla vicenda della quale mi occupo dallo scorso dicembre, contattata dal più grande dei 4 fratelli e sorelle, con un messaggio sui social, dove richiedeva a il mio aiuto in quanto Segretario della Commissione Bicamerale per la tutela dell’Infanzia e dell’Adolescenza”. A riferirlo oggi su Facebook, è stata la deputata del Gruppo Misto di Montecitorio, Veronica Giannone.

La Giannone ha proseguito: “prima di ogni mia azione, ho studiato e valutato con i legali dei quali mi avvalgo, tutta la documentazione, comprese le registrazioni audio fatte dagli stessi minori. Il mio intervento è volto a tutelare il benessere superiore di ognuno di loro, e ciò che faccio così come la legge ci dice, è ascoltare e tener conto delle richieste e dalla volontà dei minori. Cosa che non è stata assolutamente presa in considerazione dai servizi sociali e dal giudice che dovrebbero prima di tutto tutelarli, i minori”.

“Di -errori- ne abbiamo visti e continuiamo a vederne spesso, anche in ambito giudiziario, pertanto non ho certo intenzione di farmi spaventare da dichiarazioni personali di personaggi che nulla hanno a che vedere con l’ambito minorile, e tantomeno con il caso specifico. Sarebbe interessante sapere quanto abbia letto e studiato della vicenda la consigliera in questione”!

“Ho risposto lei tramite un comunicato stampa inviato a tutte le agenzie e testate locali, ma, chissà come mai, solo Cuneo24 ha avuto la correttezza di far valere il mio diritto di replica”.

“Credo che la Consigliera non abbia ben chiaro quale sia il ruolo di un Parlamentare della Repubblica Italiana, e se ne è a conoscenza, allora devo pensare che abbia attaccato il mio ruolo e la mia figura o per avere qualche minuto di notorietà oppure per difendere qualcosa o qualcuno”.

“Potete leggere la mia risposta alla Consigliera del PD, sul link seguente, pubblicato grazie alla giornalista @Roberta Bima”.

Affido minori, onorevole Giannone (misto): “Tanti casi in Piemonte come i fratelli di Cuneo”

#minori #allontanamento #cuneo