La riflessione, del consigliere di LiberaMe Alessandro Russo, su omofobia e razzismo

"SONO RADICATI NEL PROFONDO DELLA CITTÀ"

0
725

La riflessione, del consigliere di LiberaMe Alessandro Russo: “razzismo e omofobia sono radicati nel profondo della Città. Come nel profondo del Paese. E sono sempre sottovalutati come esagerazioni di qualche povero cretino di sinistra o troppo umanitario. Prima i messinesi, ti diranno”.

E nel continuare a rubare, saltare file, evitare pagamenti dovuti, imbrogliare e trovare sotterfugi alle spalle della gente onesta, sputeranno il peggiore fango sulle teste di chi è ultimo nella scala dei diritti, del rispetto civile e della Città: “saranno i -negri-, poi i -ricchioni-, poi gli arabi o i -marocchini-… tutti nemici del nostro benessere fatto di comodità e raccomandazioni. Se metti in luce queste contraddizioni diventi anche tu ghei, ricchiuneddu, niuru o poveretto. Pensa ad altro, ti diranno”.

E no: “esattamente per queste ragioni noi dobbiamo continuare a gridare, denunciare, chiamare la feccia con il suo vero nome, senza nascondere o camuffare nulla”.