“L’ordinanza restrittiva nei confronti del sindaco di Bibbiano é stata annullata, la Cassazione ha decretato che non esistono ragioni per mantenerlo in custodia cautelare; questo non cambia nulla rispetto all’inchiesta in corso perché non é una dichiarazione di innocenza (né di colpevolezza) ma soprattutto non cambia nulla rispetto alla sofferenza e alla richiesta di giustizia di tante famiglie e di tanti bambini”

A PARLARE COSI', IN UNA NOTA PUBBLICATA SU FACEBOOK, E' LA CONSIGLIERA COMUNALE DI MODENA, BEATRICE DE MAIO

636

“L’ordinanza restrittiva nei confronti del sindaco di Bibbiano é stata annullata, la Cassazione ha decretato che non esistono ragioni per mantenerlo in custodia cautelare; questo non cambia nulla rispetto all’inchiesta in corso perché non é una dichiarazione di innocenza (né di colpevolezza) ma soprattutto non cambia nulla rispetto alla sofferenza e alla richiesta di giustizia di tante famiglie e di tanti bambini”. A parlare così, in una nota pubblicata su Facebook, è la consigliera comunale di Modena Beatrice De Maio.

Aggiunge l’esponente dell’Aula Consiliare modenese: “la battaglia continua e ne parleremo ancora venerdì sera a Modena, insieme all’amico Erik Erik Papi, al consigliere regionale Michele Facci, al consigliere comunale Roberta Rigon e al giornalista Paolo Casolari”.