Personale precario della Città Metropolitana di Messina, la Cisl Funzione Pubblica chiede la proroga dei contratti in scadenza il 31 ottobre

IN VISTA DEL DECRETO DI RIPARTO CHE DOVREBBE ESSERE MANDATO A BREVE DALLA REGIONE

112

In vista del decreto di riparto che dovrebbe essere emanato a breve dalla Presidenza della Regione, la Cisl Funzione Pubblica nella giornata di oggi ha scritto al Sindaco Metropolitano e al segretario generale della Città Metropolitana per chiedere la proroga al 31 dicembre 2019 dei contratti di lavoro del personale precario in scadenza il prossimo 31 ottobre e la predisposizione dell’atto di indirizzo necessario per il percorso di stabilizzazione.

«Non esiste alcun vincolo ostativo al percorso di stabilizzazione – sottolinea il rappresentante della Cisl Fp a Palazzo dei Leoni, Giovanni Coledi – la Città Metropolitana ha provveduto già alla riduzione del costo del personale del 15% attraverso i pensionamenti e la procedura di stabilizzazione dovrà essere avviata necessariamente entro il 31 dicembre per concretizzarsi entro il 2020».

Per mercoledì 9 ottobre alle 11.30, intanto, è stata indetta un’assemblea del personale contrattista della Città Metropolitana. «Siamo fiduciosi per un sereno confronto di merito, con il Sindaco Metropolitano, il Segretario Generale, i Dirigenti, gli Uffici preposti dell’Ente e con il supporto dell’Assessorato e degli Uffici Regionali delle Autonomia Locali, per arrivare ad percorso condiviso che consenta di raggiungere un obiettivo che si rincorre ormai da oltre 25 anni».