Sul rinvio a giudizio del primo cittadino Cateno De Luca: i componenti del Gruppo consiliare del M5S, sono rattristati

"RESTIAMO CONVINTI CHE MESSINA AVREBBE POTUTO E DOVUTO FARE A MENO DI UN SINDACO CHE DOVRA' IMPIEGARE TEMPO E FATICA PER AFFRONTARE LE SUE VICESSITUDINI PERSONALI, CHE GLI AUGURIAMO POSSA RISOLVERE AL PIU' PRESTO, PERCHE' LA CITTA' NON PUO' PIU' ASPETTARE"

0
350

Il consigliere comunale Gaetano Sciacca, a nome di tutto il Gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle, commenta il verdetto del giudice per l’udienza preliminare Simona Finocchiaro, che ha rinviato a giudizio Cateno De Luca per evasione fiscale nell’ambito dell’inchiesta sulla Fenapi e scrive: “rattrista che il sindaco Cateno De Luca debba sottrarre molto del suo tempo prezioso, che avrebbe potuto dedicare alla città e ai tanti problemi che la affliggono, per risolvere vicende giudiziarie che certamente non giovano all’immagine di Messina. Risulta quasi paradossale, inoltre, che tali vicende riguardino un rappresentante delle istituzioni che ha incentrato tutta la sua campagna elettorale sulla delegittimazione dell’avversario, millantando, screditando e infangando i suoi avversari politici. Restiamo convinti che Messina avrebbe potuto e dovuto fare a meno di un sindaco che dovrà impiegare tempo e fatica per affrontare le sue vicessitudini personali, che gli auguriamo possa risolvere al più presto, perché la città non può più aspettare”.