Sull’ex Hotel Riviera di Messina, interviene il sindaco onorevole Cateno De Luca

"E' UN SIMBOLO, DELLA ASSURDA LOGICA DEI NOBILI IN DECADENZA"

118

Lo scrive in una nota diffusa dal suo staff che si occupa di comunicazione, il primo cittadino peloritano onorevole Cateno De Luca: “Hotel Riviera… trentennale simbolo dell’assurda logica dei nobili in decadenza”!

Continua cosi’ De Luca: “la ex Provincia di Messina lo ha acquistato per circa 30 miliardi di vecchie lire quasi 30 anni fa e nel frattempo si è trasformato in un pericolo per la pubblica e privata incolumità per non uso! Oltre 30 di chiacchiere e di strampalate idee però ancora il Riviera e li come un Titanic che va affondando nel mare delle incapacità e dei belli progetti irrealizzabili”!

“Sabato 9 novembre, si terrà un sopralluogo con la presenza della stampa. L’appuntamento, è fissato al bar Ritrovo dello Stretto di viale della Libertà alle ore 9.15, da dove ci si sposterà verso l’immobile”.

“L’incontro, si svolgerà negli appartamenti e nei locali dell’ex Albergo per valutare le ipotesi di trasferimento dei beni di proprietà della Città della Metropolitana, in relazione al piano di dismissioni redatto da Palazzo dei Leoni ed in conseguenza dell’ipotesi di offerta d’acquisto avanzata dall’Agenzia per il Risanamento (Arisme), finalizzata all’assegnazione di alloggi da destinare alla famiglie interessate dallo sbaraccamento e dal risanamento delle aree cittadine degradate”.