“Villa Dante è certamente il polmone verde più grande della città, che tuttavia ancora oggi non riesce ad esprimere le sue potenzialità”

LO FA SAPERE IL CONSIGLIERE DELLA TERZA CIRCOSCRIZIONE DI MESSINA, ALESSANDRO CACCIOTTO DEL PD

124

Lo fa sapere il consigliere del Terzo Quartiere di Messina, Alessandro Cacciotto del PD: “Villa Dante è certamente il polmone verde più grande della città che tuttavia ancora oggi non riesce ad esprimere le sue potenzialità. Per onestà intellettuale la Villa presenta condizioni sufficienti di decoro ma certamente non può bastare”.

Dichiara Cacciotto: “la Terza Circoscrizione, sia nell’attuale consiliatura che nella precedente ha dato sempre la propria linea… una gestione ad una pluralità di soggetti privati mediante bando ad evidenza pubblica”.

“L’Amministrazione De Luca, che ha più volte dichiarato di voler affidare la Villa alla gestione dei privati, non ha ancora dato delle date certe limitandosi a dichiarare che è volontà della Giunta la gestione a privati. Nel frattempo però il tempo passa e Villa Dante continua ad essere un luogo magari più accogliente dal punto di vista della pulizia ma poco funzionale. I campi da tennis non sono stati ancora inaugurati, manca un vero e proprio punto attrattivo per i bambini, una vasca è vuota e in condizioni di degrado tanto per fare qualche esempio. Ritengo che i tempi siano maturi per dare la svolta su Villa Dante restituendo alla città un area pulita e attrezzata”.