A Bronte vi è stato un bagno di folla che in queste ore del week end ha invaso il centro storico, sede della Sagra più bella e rinomata della Sicilia

DALLE ORE 18.00..., DI VENERDI' 30 SETTEMBRE IL PROTAGONISTA E' STATO IL PISTACCHIO CON LA MANIFESTAZIONE DEDICATA A QUESTO FRUTTO ED ORGANIZZATA DAL SINDACO PINO FIRRARELLO E DAI MEMBRI DELLA GIUNTA COMUNALE

0
354

A Bronte vi è stato un bagno di folla che in queste ore del week end ha invaso il centro storico, sede della Sagra più bella e rinomata della Sicilia. Dalla sera di venerdì 30 settembre alle ore 18.00, all’inizio di viale Catania, il sindaco Pino Firrarello, gli assessori Nunzio Saitta e Maria De Luca hanno tagliato il nastro inaugurale della 31’ Sagra del pistacchio, alla presenza del presidente del Consiglio comunale Aldo Catania, della Giunta municipale, dei consiglieri e di numerose autorità.

E se i gestori degli oltre 90 stendisti si preparano a soddisfare le golose richieste dei visitatori, il Comune è pronto a dare attuazione al piano straordinario della viabilità, fondamentale per ridurre al minimo i disagi.

“Come sempre – spiega l’assessore Nunzio Saitta – abbiamo previsto 2 aree per la sosta dei veicoli: una nella parte alta della città, ovvero nella Zona artigianale e l’altra ed in piazza Saitta nel quartiere Sciarotta. Ovviamente i posteggi nelle aree pubbliche che metterà a disposizione il Comune sono gratuiti. Gratis sono anche i bus navetta che accompagneranno i visitatori dai parcheggi fino all’ingresso della Sagra. Sul bus si raccomanda solamente di indossare la mascherina nel rispetto delle norme”.

Particolare appello è stato rivolto da Saitta a quegli automobilisti che non vogliono raggiungere la Sagra, ma solo attraversare Bronte, perché diretti verso altri Comuni: “abbiamo istituito un percorso alternativo. Chi proviene da Catania e vuole raggiungere Randazzo o Maletto dovrà lasciare la Ss 284 appena inizia il nuovo tracciato della Statale e seguire le indicazioni i cartelli per Saragoddio e per la Strada provinciale 94. Fatto i cartelli stradali indicheranno la destinazione da raggiungere. La stessa cosa dovranno fare coloro che da Randazzo vogliono recarsi ad Adrano o Catania. Già a Randazzo, in contrada Murazzo Rotto, invece di imboccare la Ss 284, bisognerà rimanere sulla Ss 120 e poi seguire le indicazioni”.

Intanto già dopo l’avvenuto taglio del nastro il programma ha avuto connotati eccezionali. Da sottolineare alle ore 20.00 l’esibizione a cura della Lombardoacademy ed alle 21.00 il premio “Pistacchio d’Oro” condotto da Ruggero Sardo. Ospiti d’onore Gino Astorina, Giuseppe La Venia e tanti altri.