A due anni dall’inizio del mandato, il sindaco Federico Basile ha presentato ieri, venerdì 14 giugno 2024, il bilancio del lavoro svolto dalla sua Amministrazione durante il secondo anno di attività

ACCANTO AL PRIMO CITTADINO, PRESENTI IL VICESINDACO SALVATORE MONDELLO, LA SQUADRA DI ASSESSORI, IL DIRETTORE GENERALE SALVO PUCCIO, I PRESIDENTI CON I COMPONENTI I CDA DELLE PARTECIPATE AMAM., ARIS.MÉ, ATM SPA, MESSINASERVIZI BENE COMUNE, PATRIMONIO MESSINA MESSINA SPA, E MESSINA SOCIAL CITY

217

A due anni dall’inizio del mandato, il sindaco Federico Basile ha presentato ieri, venerdì 14 giugno 2024, il bilancio del lavoro svolto dalla sua Amministrazione durante il secondo anno di attività. Accanto al Primo cittadino, presenti il vicesindaco Salvatore Mondello, la squadra di Assessori, il Direttore generale Salvo Puccio, i Presidenti con i Componenti i CdA delle Partecipate AMAM., Aris.mé, ATM SpA, Messinaservizi Bene Comune, Patrimonio Messina Messina SpA, e Messina Social City. Un appuntamento convocato dal Primo cittadino anche quest’anno per illustrare i risultati raggiunti e i progetti in itinere.

Sono stati due i punti salienti trattati da Basile: il Piano di Riequilibrio e le Nuove Assunzioni
“Dopo 11 anni dall’adozione della Procedura di Riequilibrio Finanziario Pluriennale per scongiurare il dissesto dell’Ente, e grazie alla rimodulazione del PRFP con delibera 85/c del 23.11.2018, il Comune di Messina – ha evidenziato Basile – ad agosto 2023 è salvo con l’approvazione del Piano di Riequilibrio da parte della Corte dei Conti, e dunque la certificazione della riduzione della massa debitoria da € 550 milioni a € 150 milioni. Una strategia complessiva che ha evitato il fallimento del Comune. Strategia – ha ribadito il sindaco – che ha determinato l’immissione di nuove risorse umane in un ente rimasto fermo in termini di assunzioni a 25 anni fa. Sono oltre 1000 I nuovi assunti durante questi due anni di amministrazione che, insieme a quelli assunti della precedente di Cateno De Luca pari a 1.673, sono diventati dal 2018 un numero straordinario di 2.679 nuovi dipendenti nel Gruppo Locale Pubblico della città di Messina, cui si aggiungono i nuovi 100 vigili per i quali attualmente è in corso la selezione”.

Il Primo cittadino ha sottolineato poi il valore di questa Amministrazione che “fondata su un lavoro di squadra e condivisione degli obiettivi comuni e motivazioni condivise ci spinge a dare il massimo e per questo ringrazio davvero tutti”, ha concluso Basile.

A seguire hanno preso la parola il vicesindaco Salvatore Mondello, gli Assessori e le Presidenti e i Presidenti delle Partecipate comunali per illustrare attraverso una sequenza di slide secondo le rispettive deleghe i risultati raggiunti nei settori di competenza.

Il vicesindaco Mondello ha sintetizzato l’attività amministrativa nell’ambito delle sue competenze soffermandosi in particolare sul finanziamento del progetto “Messina Città accessibile e inclusiva” a valere sul PON Città Metropolitane 2014-2020 ME 2.2.3., che ha permesso la realizzazione di interventi per il miglioramento della percorribilità urbana, 6 lotti complessivi per un importo di € 4.953.018,31, una continuità del percorso intrapreso per la ristrutturazione e la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Il piano interventi si è concretizzato nelle attività di manutenzione straordinaria delle strade per un importo di € 7.158.832,30, che ha visto l’impiego di asfalto fonoassorbente per la riduzione dell’inquinamento acustico, il drenaggio per lo smaltimento delle acque meteoriche; oltre a tutti gli interventi che hanno contribuito al miglioramento della percorribilità pedonale esistente; la realizzazione di nuovi percorsi pedonali; l’abbattimento delle barriere architettoniche; e la riduzione dell’incidentalità urbana con aumento dei coefficienti della sicurezza.

Mondello ha ‘poi illustrato un altro settore importante quello dell’Edilizia Scolastica, in particolare la scuola Ferrau con gli interventi in materia di vulnerabilità sismica, ristrutturazione dei prospetti e rifacimento dell’impermeabilizzazione dell’intero lastrico solare finanziati con delibera Cipe 79/2012 per € 910.000,00; e la ristrutturazione dell’immobile scuola di Granatari per un importo complessivo finanziato di 897.709,10 euro’.

Per le Politiche sociali la parola è passata all’assessora Alessandra Calafiore che ha ‘spiegato il lavoro fatto in merito al Centro Famiglie che ha visto un significativo miglioramento dell’attuale sistema di qualità di vita dei cittadini nel suo complesso, in quanto in grado di offrire un sistema di welfare family friendly in cui avere e crescere dei figli non deve essere un problema e, nel caso di situazioni di disagio, il centro rappresenta per le persone un punto dove non ci si sente soli. Il centro contribuisce inoltre ad aumentare la quantità di servizi offerti per persone e famiglie nelle diverse fasi che queste vivono dall’affacciarsi alla vita adulta fino alla terza età. Inoltre, l’assessora ha trattato i budget di salute e gruppi appartamento, ovvero quei percorsi evoluti finalizzati a creare un legame tra il sistema di cura e il sistema di comunità prevenendo l’isolamento e l’abbandono, contrastando ogni forma di istituzionalizzazione con l’obiettivo di creare dei luoghi e degli ambienti in cui vivere e realizzare processi di autodeterminazione ed essere artefici dei propri progetti di vita’.

Di Transizione ecologica per un futuro sostenibile e Parchi della bellezza e Ville comunali ha relazionato per le sue deleghe l’assessore Francesco Caminiti, ‘in merito all’avvio di un processo virtuoso per garantire un futuro sostenibile e verde alla Città, che passa attraverso l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, la produzione di energia da fonti rinnovabili, la mobilità sostenibile e le infrastrutture di ricarica elettrica, il relamping dell’illuminazione pubblica a LED, la forestazione urbana, l’incremento della differenziata e la trasformazione di rifiuti in nuove risorse’.

Caminiti ‘si è poi soffermato sugli spazi verdi, luoghi simbolo che si aggiungono a quelli già recuperati negli anni scorsi e che rappresentano dei polmoni verdi preziosi, da Villa Dante a Parco Aldo Moro, con caratteristiche e vocazioni diverse che, dopo anni di abbandono e incuria sono tornati a nuova vita, grazie al percorso intrapreso dall’Amministrazione comunale che ha visto la loro riqualificazione e il loro recupero’.

Gli strumenti strategici per promuovere il cambiamento culturale in città e creare luoghi sempre più inclusivi, equi e partecipativi, influenzando positivamente anche il tessuto economico-sociale sono stati trattati dall’assessora Liana Cannata che ha ‘illustrato l’attività da Youngme alla Consulta Giovanile che ha visto il coinvolgimento dei giovani nella vita amministrativa, economica e sociale della città attraverso la creazione di spazi fisici e virtuali, iniziative di cittadinanza attiva e programmi di formazione per acquisire competenze personali e professionali. Inoltre, con Genprocure e Certificazione di Genere, Messina è partner di un progetto europeo per promuovere l’uguaglianza di genere: un’azione congiunta e interdisciplinare che parte dall’Amministrazione comunale e si sviluppa grazie alla Rete dei Comitati Unici di Garanzia e di Pari Opportunità’.

L’assessore Enzo Caruso per il settore Turismo ha ‘evidenziato la creazione del primo coordinamento tra operatori turistici e culturali per la promozione del territorio; e ancora la I e la II Edizione del Meeting del Turismo; e i soddisfacenti dati pubblicati sul turismo stanziale e crocieristico con la riqualificazione di Largo Minutoli quale area Wi-Fi free di accoglienza dei crocieristi regolamentata anche con l’assegnazione stalli per vendita di escursioni e per trenini e bus turistici, nonché l’attività di promozione turistica dello Stretto attraverso un protocollo d’intesa tra Messina e Reggio. Nell’ambito invece della Cultura e delle Fortificazioni i risultati sono stati… la creazione del Brand Messina Città di Antonello; l’avvio di gemellaggi con Palmi e Noventa Vicentina; la proposta intitolazione Largo “28 dicembre 1908”; l’approvazione del regolamento Cittadini Illustri e Benemeriti; e per i Forti umbertini l’affidamento dei lavori di restauro di Forte Gonzaga e quelli di restyling di Forte Ogliastri’.

Con “Pagare tutti per pagare meno” ha proseguito l’assessore ai Tributi Roberto Cicala il quale ha ‘ribadito che grazie all’implementazione del nuovo sistema informativo e all’enorme lavoro che gli uffici tributari hanno effettuato nell’ultimo anno attraverso la bonifica delle banche dati della Tassa Rifiuti, dell’Imu, della CUP e dell’imposta di soggiorno, a Messina il principio “Pagare tutti per pagare meno” diventa realtà. Dopo il dimezzamento del canone passo carrabile, la TARI nel 2024 SI RIDUCE DI 1/3, portando Messina ad essere fra le città con la Tassa Rifiuti più bassa. Un’altra realtà il Palagiustizia bis con l’acquisto dei due immobili di via Garibaldi, l’ex Banca di Roma e l’ex Cassa Depositi e Prestiti, si è messa la parola fine ai problemi logistici del Tribunale di Messina, dotando la città di un secondo polo giudiziario. Una problematica che la città si trascinava da oltre 35 anni’.

La sinergia e la vicinanza dell’Amministrazione con le realtà scolastiche cittadine è stata trattata dall’assessore al ramo Pietro Currò, il quale tra i vari incontri didattici ha ‘focalizzato l’attenzione sull’iniziativa Il Giro dei due mari con Marzia, un progetto di assoluto rilievo per la sana crescita delle generazioni, dove il ruolo dello Sport diventa elemento fondamentale per l’abbattimento delle barriere architettoniche e mentali oltre che favorire l’inclusione per una comunità più accogliente dove ciascun soggetto è portatore di bisogni ma anche risorse. E tra le iniziative di promozione della cultura della legalità è stato ricordato da Currò le iniziative promosse dell’istituto Comprensivo “Cannizzaro-Galatti”, in occasione dell’anniversario della strage di Capaci’.

Il panorama Sport, Spettacoli e Grandi Eventi cittadini è stato trattato dall’assessore Massimo Finocchiaro che nell’elencare l’attività amministrativa orientata agli impianti sportivi cittadini ha ‘spiegato che per lo Stadio Celeste è previsto l’inizio cantiere a luglio prossimo; per il Palatracuzzi, reso agibile dopo 23 anni, è stata risolta un’importante criticità che gravava sulla struttura relativa alla pavimentazione che è stata risolta in soli 60 giorni; ed ancora i significativi e importanti lavori di restyling e di transizione energetica che hanno reso e restituito alla fruizione il PalaRescifina, ideale per eventi sportivi e extra sportivi; oltre a un nuovo capitolo di spesa dedicato alla manutenzione degli Impianti Sportivi Comunali, istituito grazie agli utili generati dagli eventi. Scontata poi ed evidente la conquista di Messina del palcoscenico musicale per ospitare eventi e artisti di caratura internazionale, da Piazza Duomo con Rds Summer Festival, lo Stadio Franco Scoglio con i concerti di Geolier, Ultimo, Zucchero, Negramaro, Sfera Ebbasta e Max Pezzali, al Palarescifina Pinguini Tattici Nucleari e Laura Pausini), e nell’Area Capo Peloro Alfa e Gigi D’Alessio. Un totale di circa 350.000 spettatori di cui oltre l’80% provenienti dal resto d’Italia’.

La Protezione Civile, punto di forza dell’Amministrazione Comunale per fronteggiare le emergenze del territorio, è stato il tema trattato dall’assessore Massimiliano Minutoli che ha ‘avuto modo di illustrare l’importante traguardo raggiunto dalla Città con la consegna, avvenuta nei giorni scorsi, del Centro Polifunzionale di Protezione Civile, in grado di ospitare le Associazioni di Volontariato e del Gruppo Comunale, oltre che essere destinato alla formazione dei volontari e di quella del personale dipendente della Colonna Mobile ANCI e nella disponibilità di tutti gli enti coinvolti nelle attività di Protezione Civile. Altro importante traguardo l’adozione del Piano Comunale di Emergenza, dopo una gestazione di circa 7 anni, con l’approvazione del Consiglio Comunale la Città di Messina si è dotata del Nuovo Piano di Protezione Civile, non solo un documento amministrativo ma lo strumento base per la gestione delle emergenze sul territorio e per essere di supporto ai cittadini in quanto contiene norme, consigli e direttive per la prevenzione, o durante e nel post-emergenze’.

Dopo gli interventi degli Assessori hanno proseguito nell’ordine le Partecipate con la presidente di AMAM Loredana Bonasera per fare il punto sul Parco Progetti che l’Azienda ha ‘portato avanti e che riguardano in particolare l’efficientamento della rete idrica per un importo complessivo di circa 30 milioni. Uno tra tutti, è il progetto di “interventi di mitigazione delle vulnerabilità dell’acquedotto Fiumefreddo” per il quale sono stati programmati 6 distacchi da Novembre a Maggio con lavori di inserimento nuove apparecchiature per la messa in sicurezza della principale condotta cittadina e la realizzazione nel contempo di lavori di sostituzione della rete idrica. La presidente ha poi spiegato che l’azione amministrativa prosegue con la ricognizione, censimento e bonifica delle oltre 90mila utenze cittadine e quella di digitalizzazione di ulteriori servizi all’utenza; oltre che la massiva attività di recupero crediti attraverso la riscossione coattiva e accertamenti esecutivi, riduzioni e distacchi, che sino ad oggi hanno comportato un sensibile aumento del flusso di cassa’.

Per ARISME il presidente Vincenzo La Cava ha ‘parlato dell’avviso ricognitivo per l’acquisto di alloggi per il ricollocamento ricognitivo delle persone residenti nelle baraccopoli volto anche a soddisfare le numerose richieste abitative in ambito risanamento; e in merito alle occupazioni abusive è stata evidenziata l’azione orientata ad una condotta repressiva volta alla di alloggi in gestione di Arisme occupate sine titulo’.

Il presidente di ATM Giuseppe Campagna ‘si è espresso in merito all’Innovazione Tecnologica dell’Azienda Trasporti Messina attestata dai servizi, ATM UP&GO: Paga il tuo biglietto a bordo con la tua carta di credito/debito; Smart Parking: Istallati 3.111 sensori di campo per indicare il posto auto libero più vicino; l’Automazione Parcheggi… Cavallotti, La Farina, Villa Dante, e MaaS, e la Piattaforma per servizi e informazioni sulla mobilità, intermodale, integrata e interconnessa; mentre per la Mobilità Sostenibile l’obiettivo futuro è quello di un trasporto pubblico sempre più green e innovativo, e in merito il presidente Campagna ha ricordato a valere sul PNRR, l’acquisto di. 78 autobus elettrici e sul PON Metro sono stati invece acquistati e in servizio 27 autobus, di cui 10 elettrici e 17 ibridi’.

Di Messina, esempio virtuoso nella gestione dei rifiuti è stata la presidente della Messinaservizi Mariagrazia Interdonato ‘ad illustrare che negli ultimi due anni, il trend della raccolta differenziata si conferma positivo per avere raggiunto il 55,4% nel 2023 grazie a interventi strutturali che hanno migliorato la logistica e l’attenzione alla qualità dei rifiuti. Sono state poi ricordate le campagne di comunicazione mirate, da quella in collaborazione con Biorepack, alla recente attivazione di Junker App per aiutare i cittadini a differenziare correttamente con l’obiettivo di raggiungere il 65%.. Per la Gestione e cura del verde pubblico, grazie all’attivazione del Sistema Informativo del Verde e al Censimento effettuato, la gestione e la cura del verde urbano hanno registrato un significativo innalzamento degli standard di qualità e sostenibilità; e sono stati raggiunti i risultati prefissati lo scorso anno quali: assunzione del personale, elaborazione del masterplan alberature circonvallazione e l’iscrizione di alberature al registro degli alberi monumentali’.

Ha proseguito poi il presidente della Patrimonio Messina Maurizio Cacace, ‘concentrando il suo intervento sui recenti avvisi pubblicati finalizzati a dare seguito al programma di valorizzazione dei beni immobili del Comune che ha consentito nell’immediato di assegnare ad Associazioni i beni confiscati alla mafia, di acquisire immobili da adibire a più efficienti servizi e di avviare ricerche volte all’ottimizzazione della gestione del patrimonio immobiliare; oltre agli avvisi relativi alle “Case dell’acqua” e ai “Breack Point” da installare nelle ville comunali. Anche l’attività di Edilizia residenziale pubblica è stata particolarmente attenzionata attraverso il censimento degli immobili relativi e anche per questo ambito è stato pubblicato un avviso pubblico volto ad acquisire proposte di vendita di alloggi ubicati all’interno del territorio comunale da destinare all’edilizia residenziale sociale – “social housing”’!

A chiudere gli interventi è stata la presidente della Messina Social City Valeria Asquini che nel tracciare il bilancio dell’Azienda ha ‘evidenziato l’implementazione di diversi progetti finalizzati all’inclusione sociale e alla rigenerazione urbana con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle fasce più vulnerabili della popolazione. Tra le principali attività che hanno avuto impatti positivi sulla comunità, oltre che supportati da testimonianze significative dei beneficiari dei servizi, la presidente Asquini ha ricordato nell’ambito Innovazione Sociale per l’Inclusione i progetti: Dopo di noi; Completamento Percorsi Nuovi; Estate Addosso; e per WAY – Welfare Activity for Young i percorsi di Rigenerazione Urbana e di Promozione di valori educativi attraverso lo Sport’.