“Alla luce della recente recrudescenza dei contagi da Covid-19…, nella nostra città di Messina… il Marina Del Nettuno sospende l’attività ristorativa sino alla prossima primavera”

QUESTE SONO LE DICHIARAZIONI DELLO CHEF PASQUALE CALIRI: “E' INNEGABILE..., CHE NULLA SIA CAMBIATO RISPETT AL PASSATO”

0
118

“Alla luce della recente recrudescenza dei contagi da Covid-19…, nella nostra città di Messina… il Marina Del Nettuno sospende l’attività ristorativa sino alla prossima primavera”. Lo ha affermato in una nota odierna…, il cuoco Pasquale Caliri.

“La ristorazione – dice chef Pasquale Caliri – è svago, rilassatezza, momento di serenità, cose che in questo momento, visto il dilagare dello stato di tensione, non sono presenti. Così come nella prima fase dell’emergenza siamo stati i primi a chiudere anche in assenza di disposizioni, anche questa volta a decidiamo in tal senso consci delle preoccupazioni dei nostri concittadini. E’ innegabile – continua lo chef – che poco è cambiato rispetto al passato vista la valanga di disdette che sono piovute in tutto il comparto turistico, complice anche la “burocratizzazione” degli accessi resi sempre più complicati anche dallo strumento del Green Pass resosi fallace nel garantire la tanto declamata “immunizzazione”.

“Ci auguriamo – conclude Caliri – che i ristoranti possano presto ritornare ad essere considerati isole tranquille dove trascorrere serenamente momenti piacevoli senza ansie e preoccupazioni”.

L’appuntamento quindi è per la primavera prossima, nel frattempo lo chef ricorda l’impegno di Ambasciatori del Gusto, del quale fa parte, a sostegno delle attività ristorative. Ultimo, in ordine di tempo, il “tavolo della ristorazione” che insieme, ad altri organismi del settore, ha ottenuto lo stanziamento di settantasei milioni di euro per la ristorazione. Il provvedimento è stato inserito nella legge di bilancio come misura a sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano.