Alla presenza del sindaco Federico Basile, nel corso di una conferenza stampa oggi a palazzo Zanca, l’assessore con delega ai Servizi al Cittadino Massimiliano Minutoli ha illustrato i contenuti del nuovo Regolamento comunale del bilancio partecipativo

A MESSINA, LO STRUMENTO PER LA DESTINAZIONE DI QUOTA PARTE DEI TRASFERIMENTI REGIONALI DI PARTE CORRENTE CON FORME DI DEMOCRAZIA PARTECIPATA, SU PROPOSTA DALL'ASSESSORE MINUTOLI E CON PARERE FAVOREVOLE DELLE CIRCOSCRIZIONI, È STATO ESITATO ALL'UNANIMITÀ CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 215 DELLO SCORSO 30 GIUGNO

197

Alla presenza del sindaco Federico Basile, nel corso di una conferenza stampa oggi a palazzo Zanca, l’assessore con delega ai Servizi al Cittadino Massimiliano Minutoli ha illustrato i contenuti del nuovo Regolamento comunale del bilancio partecipativo. Lo strumento per la destinazione di quota parte dei trasferimenti regionali di parte corrente con forme di democrazia partecipata, su proposta dall’assessore Minutoli e con parere favorevole delle circoscrizioni, è stato esitato all’unanimità con delibera di Consiglio comunale n. 215 dello scorso 30 giugno.

“L’approvazione all’unanimità, con ventisei voti favorevoli su altrettanti consiglieri comunali presenti in Aula, – ha spiegato il sindaco Basile – rappresenta un dato importante di assoluta condivisione e partecipazione su un percorso amministrativo finalizzato all’interesse primario rivolto alla cittadinanza. Per questo motivo, insieme all’assessore Minutoli, ringraziamo, oltre al consiglio comunale, le circoscrizioni, i comitati civici, le associazioni territoriali e tutti coloro che a vario titolo hanno preso parte a questo iter amministrativo fino alla stesura del regolamento e che saranno sempre parte attiva e protagonisti di questo strumento. Il concetto di democrazia partecipata si sviluppa infatti sul territorio e il coinvolgimento delle circoscrizioni, che rivestono un ruolo fondamentale, è più che legittimo per contrastare la burocrazia e ciò che ne consegue”.

L’assessore Minutoli ha esposto i temi principali del regolamento, evidenziando che: “a seguito dell’introduzione di novità normative da parte della Regione, il regolamento è stato modificato estendendo il processo di partecipazione alle politiche di bilancio del Comune ai cittadini residenti nel territorio comunale che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età e non più dal diciottesimo anno in su. Oltre alle associazioni, alle ditte, agli enti pubblici e privati ed in generale a tutti gli organismi di rappresentazione collettiva che abbiano sede legale od operativa nel territorio comunale, sono stati inseriti nel percorso di partecipazione della Democrazia partecipata anche i comitati civici ed aperto alle circoscrizioni nell’ottica del decentramento funzionale. La votazione delle proposte indicate nel “Documento della partecipazione” può avvenire, infatti, a partire da lunedì 10 luglio, attraverso il format on-line con accesso tracciabile da SPID e/o CIE, oppure tramite election day da tenersi presso le sedi delle sei Municipalità – ha concluso Minutoli – nelle date stabilite dagli stessi Consigli circoscrizionali, e sempre nel rispetto delle scadenze previste nell’avviso”.

Sono invece esclusi dal voto: chiunque ricopra incarichi di natura politica sul territorio nazionale, in assemblee elettive o in organi di governo, in qualsiasi ente autonomo riconosciuto dalla Costituzione Italiana oltre che dello Stato e degli altri enti locali previsti dal Testo Unico degli enti locali; chiunque ricopra incarichi in consigli di amministrazione di aziende, enti, consorzi o fondazioni a partecipazione pubblica; coloro che ricoprano incarichi in organi dirigenti di partiti politici, sindacati, associazioni di categoria; associazioni no profit, presenti sul territorio nazionale, che siano riconducibili a soggetti politici o che svolgano attività con fini politici; ed i dipendenti del Comune. La partecipazione si struttura nei seguenti passaggi: prima fase – Definizione del budget a disposizione; seconda fase – Informazione; terza fase – Consultazione e raccolta delle proposte; quarta fase – Verifica e Valutazione; quinta fase – Documento di partecipazione – Presentazione alla cittadinanza; sesta fase – Votazione dei progetti.

La fase della partecipazione riguarderà l’informazione che sarà garantita attraverso iniziative finalizzate a realizzare la massima inclusione della cittadinanza ispirandosi ai criteri di semplicità, intelligibilità e chiarezza. A tal proposito il Comune renderà nota la volontà di coinvolgere la cittadinanza al processo di formazione di una parte del bilancio di previsione. L’informazione sarà avviata mediante la pubblicazione di un apposito avviso pubblico nella specifica sezione del sito internet del Comune di Messina e sarà divulgato anche attraverso le circoscrizioni che potranno avviare gli incontri territoriali.

In merito alla raccolta delle proposte, la consultazione dei cittadini alle decisioni di bilancio si svolge attraverso tavoli di approfondimento schede di partecipazione e/o qualsiasi altra forma di interazione partecipativa. Per lo svolgimento della suddetta attività è facoltà dei consigli circoscrizionali, limitatamente al territorio di competenza, avviare dei tavoli di approfondimento con la cittadinanza al fine di esprimere idee progettuali condivise da presentare entro i termini stabiliti nell’avviso di informazione. Ogni soggetto potrà far pervenire il proprio contributo, sotto forma di osservazioni e proposte, che dovrà essere esplicitato nell’apposita scheda di partecipazione, redatta come da fac simile allegato al regolamento, del quale ne fa parte integrante e presentato in base a quanto indicato nell’avviso stesso.

Le proposte devono contenere le finalità di interesse generale che si intendono perseguire e riguardare esclusivamente le aree tematiche riportate all’art. 9 del presente regolamento. I soggetti interessati al processo di partecipazione possono presentare una sola scheda di partecipazione e, per ogni area tematica indicata nella suddetta scheda, potrà indicare una sola proposta. La scheda di partecipazione può essere ritirata presso gli uffici comunali o scaricata direttamente dal sito istituzionale del Comune.