‘Azioni sinergiche e presidi stabili per il pieno risultato tecnico con il minor disagio ai cittadini, invitati a verificare i propri impianti di accumulo e a non sprecare l’acqua potabile: Definiti tempi e modalità dei lavori e il supporto alla popolazione, fino al ripristino dell’Acquedotto Fiumefreddo’

SONO STATI QUESTI I TEMI TRATTATI, IERI LUNEDÌ 13 NOVEMBRE, NEL CORSO DEL SECONDO TAVOLO TECNICO TENUTOSI A PALAZZO ZANCA, PROMOSSO DAL COMUNE DI MESSINA IN SINERGIA CON AMAM, FINALIZZATO A METTERE IN MOTO IL PIANO ORGANIZZATIVO IN VISTA DELL’INTERRUZIONE IDRICA IN CITTÀ, VENERDÌ 17 NOVEMBRE

151

‘Azioni sinergiche e presidi stabili per il pieno risultato tecnico con il minor disagio ai cittadini, invitati a verificare i propri impianti di accumulo e a non sprecare l’acqua potabile: Definiti tempi e modalità dei lavori e il supporto alla popolazione, fino al ripristino dell’Acquedotto Fiumefreddo‘. Sono stati questi i temi trattati, ieri lunedì 13 novembre, nel corso del secondo Tavolo tecnico tenutosi a palazzo Zanca, promosso dal Comune di Messina in sinergia con AMAM, finalizzato a mettere in moto il piano organizzativo in vista dell’interruzione idrica in Città, venerdì 17 novembre. Interruzione che si rende necessaria per consentire l’esecuzione in sicurezza dei primi lavori previsti dal progetto finalizzato alla “Mitigazione delle Vulnerabilità dell’Acquedotto Fiumefreddo”, in n. 9 punti compresi tra Piedimonte (CT) e Sant’Alessio (ME). Nel corso dell’incontro è stato definito il cronoprogramma tecnico, comprendente sia quello legato alla sospensione idrica che il piano di aiuto alla popolazione. In sintesi l’esito dei lavori, in vista del prossimo incontro che si terrà a metà settimana.

Ciclo lavori (circa 24 ore) e sospensione della erogazione idrica (circa 48 ore):

  • Venerdì 17 novembre: l’inizio lavori sulla condotta adduttrice è previsto a partire dalle ore 07.00, e si concluderanno, salvo imprevisti o avversità meteoclimatiche nell’arco di 24 ore, comportando per tutto il periodo la sospensione idrica;
  • Sabato 18 novembre: ultimati i lavori, a partire dalle ore 07.00 si avvierà, sempre salvo imprevisti o avversità meteoclimatiche, il ripristino dell’erogazione idrica, che si normalizzerà gradualmente nell’arco delle successive 24 ore, ovvero entro la giornata di domenica 19 novembre.

Il Piano di Supporto alla popolazione prevede:

  • dalle ore 07.00 del 17 novembre, sarà attivato in modo permanente il COC (Centro operativo comunale), responsabile delle attività di Protezione Civile in città), sino a normalizzazione dell’erogazione idrica.

Saranno predisposte n. 10 postazioni per la distribuzione di acqua potabile:

  • n.4 da RUBINETTI FISSI, situati presso gli impianti: SEDE AMAM, viale Giostra – Ritiro; Via Girolamo Savonarola, incrocio V. Onofrio Gabriele (pressi p.zza Castronovo); VIALE EUROPA, Pressi Ospedale Piemonte; VIALE PRINCIPE UMBERTO, pressi Serbatoio Torre Vittoria – incrocio con la via Michele Amari;
  • n. 6 da AUTOBOTTI, che stazioneranno presso: VIALE ANNUNZIATA, all’incrocio con via Ciaramita e via Antonino Agostino, fronte rifornimento Esso; PIAZZA FRANCESCO FAZIO – CAMARO; VIALE PRINCIPE UMBERTO, pressi Serbatoio Torre Vittoria – incrocio con la via Michele Amari; S.S. 114 PRESSI SALITA ZAFFERIA – Parcheggio Centro Commerciale Today; PIAZZA GRANATARI S.S. 113 dir km 11,00 – all’incrocio con via Nuova; PIAZZA DELLA REPUBBLICA, fronte Stazione Centrale FF.SS.!

In vista dell’interruzione, si invita la cittadinanza a verificare la funzionalità dei propri sistemi di accumulo d’acqua (serbatoi, cisterne, autoclavi) o dei pozzi privati e, altresì ad un consumo di acqua potabile senza sprechi, poiché le proprie riserve potrebbero essere bastevoli per le ore di sospensione annunciata.