“Chi lo avrebbe mai detto… alla fine ci tocca pure ringraziare Sergio Mattarella, che da quell’urna (cineraria della Politica) ha visto tirar fuori il suo nome nonostante avesse da mesi detto -ma anche no- a questo incarico”

CIO' LO HA SCRITTO IN UN POST PUBBLICATO SU FACEBOOK, NELLA MATTINA DI OGGI 30 GENNAIO 2022 LA VICE PRESIDENTE DELL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA, ANGELA FOTI

0
104

“Chi lo avrebbe mai detto… alla fine ci tocca pure ringraziare Sergio Mattarella, che da quell’urna (cineraria della Politica) ha visto tirar fuori il suo nome nonostante avesse da mesi detto -ma anche no- a questo incarico”. Ha scritto in tal modo su Facebook, nella mattina di oggi 30 gennaio 2022, la vice presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Angela Foti.

Ha aggiunto la Foti: “dal punto di vista umano capisco non debba essere stato facile, dopo essersi proiettato verso una quotidianità un po’ più a misura d’uomo, ritrovarsi nel bel mezzo della crisi più nera di sempre nella storia della Repubblica. Trovarsi a togliere le castagne dal fuoco ai capobranco. Quindi buon lavoro (almeno spero). Vista la posizione di forza, che ne faccia buon uso nel controbilanciare un governo Frankenstein fatto di pezzi che non combaciano e tenuti insieme come nella zattera della Medusa. Un’elezione che per una settimana ha nutrito speranze di un cambiamento lasciato nelle mani di grandi elettori, espressione di partiti logorati e divisi come logorato e diviso é il nostro Paese”.

Così ha concluso la Foti: “e che dire della pantomima sulle donne? Tirate in ballo alla bisogna come un ghirigoro, così tanto per darsi un tono. Vergognatevi! Avete raggiunto un’altra porcheria gratuita, un’altra umiliazione per i cittadini perbene che ancora credono alla Politica”.

“#mattarella #presidentedellarepubblica #angelafoti #sicilia #elezioni #repubblica #italia”.