Con l’arrivo oggi della sesta nave dall’inizio dell’anno, la Viking Star, entra nel vivo la stagione crocieristica nel porto di Messina, stagione che, secondo le aspettative anticipate nel corso della fiera internazionale del crocierismo Seatrade Cruise Global appena conclusasi in Florida, farà registrare numeri di presenze record superando anche i flussi di traffico pre-pandemia

SECONDO LE ANALISI DI CEMAR AGENCY NETWORK, INFATTI, AL TERMINE DEL 2023 SARANNO CIRCA 12.800.000 I PASSEGGERI MOVIMENTATI NEI PORTI ITALIANI E MESSINA, IN PARTICOLARE, SI ATTESTERÀ, CON CIRCA 600.000 PASSEGGERI, AL SETTIMO POSTO NELLA CLASSIFICA NAZIONALE REGISTRANDO UN +54% DI CROCIERISTI RISPETTO AL 2022 E +41% RISPETTO AL 2019, ULTIMA STAGIONE PRE-COVID

247

Con l’arrivo oggi della sesta nave dall’inizio dell’anno, la Viking Star, entra nel vivo la stagione crocieristica nel porto di Messina, stagione che, secondo le aspettative anticipate nel corso della fiera internazionale del crocierismo Seatrade Cruise Global appena conclusasi in Florida, farà registrare numeri di presenze record superando anche i flussi di traffico pre-pandemia. Secondo le analisi di Cemar Agency Network, infatti, al termine del 2023 saranno circa 12.800.000 i passeggeri movimentati nei porti italiani e Messina, in particolare, si attesterà, con circa 600.000 passeggeri, al settimo posto nella classifica nazionale registrando un +54% di crocieristi rispetto al 2022 e +41% rispetto al 2019, ultima stagione pre-Covid. Il porto cittadino quindi conferma la sua grande attrattività per gli armatori di tutto il mondo, con tassi di gradimento ormai consolidati; 25 saranno infatti le compagnie presenti, da MSC con 39 scali a Norwegian Cruise Line con 24, da Royal Caribbean con 38 navi del brand RCCL/Celebrity a Viking con 21 toccate e molte altre ancora.

Si prevedono anche dei graditi ritorni come quello di Carnival e di Costa Crociere che con alcuni scali convalidano l’appeal di Messina inserendola nei propri itinerari mediterranei. D’altronde le infrastrutture e i servizi del porto peloritano ben si prestano a garantire a navi di ogni misura un approdo in sicurezza. Le più imponenti quest’anno saranno la Odissey of the Seas (347 m e 5.510 passeggeri), la Disney Dream (340 m e 4.000 passeggeri), la nuova ammiraglia MSC World Europa (333 metri e 6.700 passeggeri), la Celebrity Beyond (327 m e 3.900 passeggeri) e la Norwegian Breakway (325 m e 4.000 passeggeri). Sarà una stagione crocieristica che coprirà tutti e i 12 mesi del 2023, considerato che la prima nave è arrivata il 3 gennaio e l’ultima è prevista approdare il 28 dicembre.

L’autunno si conferma anche quest’anno il periodo con più intenso traffico essendo previsti ben 91 scali (40 soltanto nel mese di ottobre con 222.000 crocieristi). E oggi, su iniziativa dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto, i 900 crocieristi della Viking Star sono stati accolti al loro sbarco dai Pupi siciliani dell’Associazione culturale “Opera dei Pupi messinesi in memoria di R. Gargano”, attiva da 200 anni, e dagli allievi del corso di scenografia del Liceo artistico cittadino “E. Basile”. Le simulazioni in banchina dei combattimenti dell’Opera dei Pupi e una piccola mostra all’interno del terminal crociere di marionette, scenografie e oggetti di scena hanno catturato la curiosità dei visitatori stranieri che hanno molto gradito lo speciale benvenuto del porto di Messina e hanno avuto modo di apprezzare una delle espressioni più significative e tipiche della memoria storica e dell’identità etno-culturale della nostra isola. L’esperienza sarà riproposta nel corso dell’anno ad altre otto navi di compagnie diverse con l’obiettivo di confermare ad armatori e crocieristi l’immagine di un porto accogliente e di una destinazione pronta a presentarsi con le sue tradizioni tutte da scoprire.

Il Presidente Mega dichiara: “si prospetta una grande stagione crocieristica per il Porto di Messina con l’arrivo delle navi più belle e moderne che solcano i mari di tutto il mondo. D’intesa con il Comune di Messina e gli operatori del settore abbiamo rivisto il sistema di mobilità pedonale per migliorare l’accesso in città ed il piano parcheggi dei pullman per facilitare le escursioni dei gruppi. Le navi diventano sempre più grandi ed il numero giornaliero dei passeggeri in escursione e di quelli che iniziano o terminano il viaggio aumenta anno dopo anno, ma grazie alla professionalità del concessionario del terminal crociere dei servizi tecnico-nautici, della Capitaneria di Porto e delle altre Istituzioni impegnate nei controlli (Polizia di Frontiera, Guardia di Finanza, Dogana e Sanità Marittima) il porto riesce sempre a migliorarsi assicurando un’accoglienza di qualità molto apprezzata”.