Continuano i servizi specifici di controllo del territorio disposti dal Questore di Messina Annino Gargano per prevenire e reprimere la consumazione di delitti predatori, compresi quelli ai danni di esercizi commerciali, servizi orientati anche in base alla mappatura dei precedenti fatti verificatisi in città

NELL’AMBITO DELL’INTENSIFICATA ATTIVITÀ DI CONTROLLO DEL TERRITORIO, I POLIZIOTTI DELLE VOLANTI HANNO TRATTO IN ARRESTO IN FLAGRANZA DEL REATO DI FURTO AGGRAVATO UN VENTINOVENNE CHE, NELLA NOTTE, DOPO AVER INFRANTO LA VETRATA DI UN BAR DEL CENTRO CITTADINO, NE AVEVA TRAFUGATO I LOCALI PER POI CERCARE DI FAR PERDERE LE PROPRIE TRACCE PORTANDO CON SÉ IL CASSETTO DEL REGISTRATORE DI CASSA ED IL DENARO IVI CONTENUTO

181

Continuano i servizi specifici di controllo del territorio disposti dal Questore di Messina Annino Gargano per prevenire e reprimere la consumazione di delitti predatori, compresi quelli ai danni di esercizi commerciali, servizi orientati anche in base alla mappatura dei precedenti fatti verificatisi in città.

Nell’ambito dell’intensificata attività di controllo del territorio, i poliziotti delle Volanti hanno tratto in arresto in flagranza del reato di furto aggravato un ventinovenne che, nella notte, dopo aver infranto la vetrata di un bar del centro cittadino, ne aveva trafugato i locali per poi cercare di far perdere le proprie tracce portando con sé il cassetto del registratore di cassa ed il denaro ivi contenuto. Il tentativo di fuga, anche se in orario notturno, non è andato tuttavia a segno grazie all’immediato intervento dei poliziotti delle Volanti che lo hanno raggiunto e bloccato a breve distanza dall’esercizio commerciale, recuperando il cassetto del registratore di cassa contenente il denaro di cui si era illecitamente impossessato. Il ventinovenne è stato pertanto tratto in arresto e la refurtiva immediatamente restituita all’avente diritto. Si precisa che il procedimento è in fase di indagini preliminari e che, in ossequio al principio di presunzione di non colpevolezza e fino a sentenza di condanna passata in giudicato, sarà svolto ogni ulteriore accertamento che dovesse rendersi necessario, anche nell’interesse dell’arrestato. L’arresto in flagranza di reato, convalidato dall’Autorità Giudiziaria, si inscrive tra i risultati dell’ordinaria attività svolta dagli agenti delle Volanti quotidianamente impegnati nel controllo del territorio.

Nell’appena trascorso weekend, sono state identificate 629 persone e controllati 361 veicoli; inoltre, sono state deferite all’Autorità Giudiziaria 4 persone e segnalate alla locale Prefettura 2 persone quali abituali assuntori di sostanza stupefacente.