Così come per la movida nelle principali piazze della capitale, gli agenti della Polizia di Stato hanno rivolto massima attenzione alle periferie

IL PERSONALE DELLE FORZE DELL'ORDINE, NEL GIRO DI POCHE ORE HA SVENTATO 3 RAPINE ARRESTANDO GLI AUTORI

0
32

Sono stati gli uomini della II Sezione Reparto Volanti, diretta da Marco Sangiovanni, e del V Distretto Prenestino, diretto da Roberto Arneodo, ad arrestare D. G. M. romano di 32 anni che, nella giornata di ieri, dopo aver fatto ingresso in una farmacia in via Casilina, armato di un grosso coltello, ha minacciato i dipendenti facendosi consegnare una banconota da 50 euro, per poi scappare velocemente su via Casilina, direzione fuori Roma. Immediatamente i poliziotti si sono messi sulle tracce del rapinatore e, durante le serrate ricerche, giunti all’altezza di via Casilina, sono stati avvicinati da un appartenente alla Polizia di Stato, fuori servizio, insospettitosi per aver visto una persona che tentava la fuga.

Gli agenti della Sezione Volanti, unitamente al poliziotto fuori servizio, hanno individuato l’uomo con caratteristiche fisico-somatiche corrispondenti alle descrizioni del farmacista. D. G. M. era accovacciato furtivamente davanti ad un’autovettura lì parcheggiata, e parlava telefonicamente con voce sommessa, riferendo al suo interlocutore il timore di essere scoperto. Il poliziotto fuori servizio lo aveva visto, prima dell’arrivo degli agenti, nascondere qualcosa nella siepe adiacente alla stradina, dove di fatto è stato trovato il coltello utilizzato per la rapina. L’uomo è stato così accompagnato negli Uffici del VI Distretto Casilino, diretto da Michele Peloso. Lo stesso annovera diversi precedenti penali contro il patrimonio, tra cui furto, furto aggravato, truffa, spaccio di sostanze stupefacenti, evasione dagli arresti domiciliari, oltre una nota di rintraccio in atto, emessa dall’arma dei Carabinieri della Stazione di San Cesareo.

Sempre gli uomini della Sezione Volanti, unitamente agli Agenti del IV Distretto S. Basilio, diretto da Eugenio Ferraro, sono intervenuti in via di Tor Cervara per la segnalazione di una persona di colore che aveva aggredito un passante e stava minacciando altre persone sul posto. I poliziotti, giunti immediatamente sul luogo segnalato, hanno notato un ragazzo di colore, T. E. Y. cittadino statunitense di 40 anni, in evidente stato di agitazione, che molestava alcuni passanti, urlandogli contro ed avvicinandosi a loro in modo minaccioso e, a pochi metri di distanza, una persona anziana distesa al suolo, prontamente medicata sul posto. Gli agenti hanno poi bloccato il soggetto, malgrado il suo stato di agitazione, e lo hanno tradotto presso gli Uffici del G.I.P.S. per la sua esatta identificazione, poiché sprovvisto di documenti, e condotto presso le Camere di Sicurezza della locale Questura in attesa del processo per direttissima. L’anziano signore, vittima del 40enne, invece, è stato accompagnato presso gli uffici del V Distretto di P.S. Prenestino, diretto da Roberto Arneodo per la sporgere denuncia circa l’aggressione subita.

Sono stati invece gli uomini del commissariato Esquilino, diretto da Stefania D’Andrea, unitamente a quelli della Sezione Volanti, ad arrestare H. A. cittadino del Bangladesh di 39 anni per rapina aggravata, lesioni, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale. Gli agenti, intervenuti tempestivamente in via Merulana, per la segnalazione di un uomo che stava distruggendo una farmacia, giunti sul posto, sono riusciti a bloccare il soggetto che, uscito dalla farmacia, stava tentando di fuggire in direzione Santa Maria Maggiore, dopo aver avuto anche una colluttazione con un operaio del distributore Tamoil. Immediatamente bloccato dopo pochi metri, il malvivente ha opposto forte resistenza all’arresto, sferrando calci e pugni verso gli agenti, che sono riusciti però a bloccarlo ed ammanettarlo. L’uomo è stato arrestato e associato presso la Casa Circondariale designata.