Da lunedì 8 gennaio sarà disponibile presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria “G. Martino” di Messina il nuovo vaccino Nuvaxovid, vaccino proteico ricombinante adiuvato, prodotto con piattaforma tradizionale e non basato su tecnologia a m-RNA

IL VACCINO, COMPOSTO DALLA PROTEINA SPIKE (S) RICOMBINANTE DI SARS-COV-2 PURIFICATA E STABILIZZATA, È POTENZIATO GRAZIE ALL’AZIONE DELL’ADIUVANTE MATRIX-M, CONSENTE IL RAGGIUNGIMENTO DI LIVELLI DI EFFICACIA ELEVATI E DURATURI, CON UNA BUONA TOLLERABILITÀ

255

Da lunedì 8 gennaio sarà disponibile presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria “G. Martino” di Messina il nuovo vaccino Nuvaxovid, vaccino proteico ricombinante adiuvato, prodotto con piattaforma tradizionale e non basato su tecnologia a m-RNA! Il vaccino, composto dalla proteina spike (S) ricombinante di SARS-CoV-2 purificata e stabilizzata, è potenziato grazie all’azione dell’adiuvante Matrix-M, consente il raggiungimento di livelli di efficacia elevati e duraturi, con una buona tollerabilità.

“Oltre ai vaccini a m-RNA, oggi abbiamo un’altra arma a disposizione nella lotta al COVID19, alla luce dell’aumento dell’incidenza dei casi in Italia e nel nostro territorio – afferma il Prof. Raffaele Squeri, Direttore dell’Unità di Igiene ospedaliera – allargando, così, il ventaglio di vaccini disponibili, con vantaggio per gli operatori sanitari e i pazienti in termini di appropriatezza”.

“La co-circolazione di SARS-CoV2, Influenza stagionale e molti altri agenti patogeni (Rsv, Virus parainfluenzali, Mycoplasma..) sta mettendo a rischio i soggetti “fragili”, – afferma il Prof. Squeri – con una maggiore probabilità di incrementare la pressione sia sugli ospedali che sugli operatori sanitari. Sicuramente siamo in una fase diversa caratterizzata da un impatto ridotto rispetto al picco di COVID di qualche anno fa, ma SARS-CoV2 rappresenta ancora una minaccia per la salute globale (come afferma OMS) in virtù del crescente numero di infezioni, reinfezioni, ricoveri, morti e casi di Long COVID. Ecco perché è molto importante vaccinarsi, per proteggere sé stessi e gli altri dalle gravi conseguenze del COVID”.

Il nuovo vaccino, aggiornato secondo le indicazioni EMA (Agenzia Europea per i Medicinali) alle ultime varianti circolanti (in particolare la sottovariante Omicron XBB 1.5), può essere co-somministrato con altri vaccini (compreso l’antinfluenzale). La campagna vaccinale promossa dall’Azienda Ospedaliera Universitaria di Messina è offerta gratuitamente alla popolazione generale ed è consigliata anche agli operatori sanitari, a tutti gli utenti afferenti agli ambulatori, i degenti e i loro familiari che, in caso di situazioni cliniche particolari, potranno avere l’opportunità di vaccinarsi. Ricordiamo che il centro vaccinale dell’AOU “G. Martino” (Pad. G 3° piano) è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 13:00, festivi esclusi.