Docente messinese assunta a tempo indeterminato per surroga, ecco la dichiarazione odierna dei componenti della Flc Cgil di Messina: “Prima sentenza del genere in Italia”

I RESPONSABILI DEL SINDACATO E L'AVVOCATO SALVATORE SPATARO..., COMMENTANO IL PROVVEDIMENTO

0
105

“Docente messinese assunta a tempo indeterminato per surroga da Gps, il tribunale di Messina accoglie il nostro ricorso”. È quanto annunciano i componenti della Flc Cgil…, in un comunicato odierno.

“Alla vigilia delle vacanze di Natale il Tribunale di Messina ha accolto il ricorso presentato dal nostro ufficio vertenze legali diretto dall’avv. Salvatore Spataro in merito all’assunzione per surroga dalle graduatorie provinciali per le supplenze. Nell’agosto del 2021 il Ministero ha autorizzato, in via straordinaria e per la prima volta, le assunzioni anche dalle graduatorie per le supplenze. Una docente, rimasta esclusa in prima battuta poiché non in posizione utile per le assunzioni – continua la Flc Cgil guidata da Pietro Patti – chiedeva all’amministrazione di essere reclutata da suddetta graduatoria dopo l’esclusione di un docente nominato precedentemente per mancanza dei requisiti di legge. In questi casi l’amministrazione deve procedere alla surroga a beneficio del primo docente non destinatario di questa particolare assunzione. Il Tribunale di Messina ci ha dato ragione su quest’ultimo punto e ha ordinato all’Ufficio Scolastico provinciale di Messina di rettificare il contratto della docente e trasformarlo a tempo indeterminato”.

Patti e l’avvocato Spataro dichiarano: “siamo molto soddisfatti dell’esito della sentenza anche perché risulta essere la prima del genere in Italia. Abbiamo tutelato il diritto della lavoratrice ad essere assunta a tempo indeterminato e allo stesso tempo abbiamo recuperato una immissione in ruolo nella nostra provincia. Speriamo che questa sentenza possa fare da apripista e recuperare altre immissioni in ruolo a tempo indeterminato. L’impegno della Cgil per la tutela dei precari e del loro diritto ad essere assunti a tempo indeterminato continua”.