Dopo il successo sulla Nuvolì Altafratte Padova, prima di una doppia trasferta per l’Akademia Città Di Messina che, domenica 3 dicembre alle ore 16, affronterà la Tecnoteam Albese Como

ALL’ANDATA FINÌ 3-1 PER IL TEAM MESSINESE

208

Prima di una doppia trasferta per Akademia Città Di Messina che, domenica 3 dicembre alle ore 16 nell’impianto del “PalaFrancescucci” di Casnate con Bernate (CO), sarà ospite della Tecnoteam Albese Como, nel secondo turno del girone di ritorno.

Il rotondo successo con la Nuvolì Altafratte Padova di domenica scorsa ha ridato nuova linfa in casa Messina, in vista di una trasferta insidiosa come quella che attende nel weekend la formazione siciliana e nel corso della quale servirà la miglior Akademia per uscirne indenni, portando a casa il massimo dei risultati auspicabili. Nella gara di andata, che coincise con la riapertura ufficiale del “PalaRescifina” all’attività agonistica, le ragazze di coach Bonafede si imposero 3-1 dopo due ore di gioco e aver perso con un parziale basso il primo set e vinto il secondo ai vantaggi. Migliore realizzatrice del match, la centrale Dalila Modestino con 19 punti di cui 15 in attacco con una percentuale del 56 % e 4 muri (migliore top blocker di giornata); alle sue spalle, la schiacciatrice Jessica Joly, eletta MVP, con 17 punti tutti in attacco (47 %).

Oltre rete, bene la schiacciatrice Carlotta Zanotta con 14 punti (13 su 42 palloni attaccati con una percentuale del 31 %, la più cercata dalla regista Nicolini insieme a Bulaich, ed 1 muro). Una curiosità; l’atleta lombarda, subentrata all’opposto Zatkovic nel secondo set, è stata schierata nel sestetto iniziale del terzo parziale, sempre in diagonale con Nicolini, per poi essere dirottata, in quello successivo, a posto 4 insieme alla Bulaich. Nel complesso, in fase offensiva 49 i palloni messi a terra dalle lariane, 9 gli errori, 10 i muri subiti, su 170 tentativi, con una percentuale realizzativa del 29 %; meglio le messinesi con 7 muri subito, 59 punti ma anche più errori… 15.

167 i tentativi in attacco con una percentuale realizzativa del 35 %. Da menzione i 6 attacchi della palleggiatrice delle lombarde, Cecilia Nicolini; un dato che spicca per un’atleta solitamente deputata alla costruzione del gioco e che si aggiunge ai quattro i punti a referto (due in attacco e due a muro). A muro, dietro alla già menzionata Dalila Modestino, tre i blocks per Valentina Mearini e Martina Veneriano, mentre al servizio, altro dato curioso, sono stati solo 3 gli ace in gara… 2 per Messina con Aurora Rossetto e Giulia Galletti, 1 per Daniela Bulaich. 11 gli errori complessivi per Como nel fondamentale dai nove metri, più fallosa Messina con 17.

In ricezione, positività del 52 % per Como, grazie all’ottima prestazione del libero Silvia Fiori (68 %), mentre per Messina del 45 % su cui ha inciso, anzitutto, lo stratosferico 100 % di positività di Sara Ciancio e il 75 % di palle perfette; il dato assume ancora più rilevanza considerando che l’atleta di origine umbra è riuscita a lasciare il segno da subentrante. Bene anche Aurora Rossetto (50%), Marianna Maggipinto (48%) e Jessica Joly (46 %). In classifica, Akademia Città Di Messina, in virtù del successo per 3-0 sulla Nuvolì Altafratte Padova sale a 21 punti, ha conservato il quarto posto ad un solo punto da Talmassons.

La Tecnoteam Albese Como occupa la sesta posizione con 12 punti frutto di 4 vittorie e 6 sconfitte, 15 set vinti, 21 quelli persi. I quattro successi sono arrivati in casa con Soverato (3-1), Bologna (3-2) e Padova (3-0), in trasferta a Pescara (0-3); un punto raccolto nella sconfitta esterna di Brescia (3-2). Quella del “PalaFrancescucci” potrebbe essere una gara spartiacque per la formazione allenata da coach Chiappafreddo, attulamente fuori dalla griglia per poole promozione e distante da Brescia, quinta in classifica e in ultima posizione utile per tentare la scalata alla serie A1, quattro lunghezze. Nessuna ex del match ed un solo precedente tra le due formazioni, quello dell’andata terminato con il successo di Messina.

Voce autorevole quella della schiacciatrice Jessica Joly; lei la A2 l’ha vinta nelle ultime due stagioni con la maglia di Pinerolo e Trento: “E’ stato sin qui un campionato stratosferico. Stiamo seguendo un percorso di crescita che, al momento, è un po’ una linea retta. Anche se a volte il risultato non ci ha sorriso, stiamo lavorando tanto in palestra per cercare poi di fare sintesi ed arrivare pronte nella fase calda del campionato. Abbiamo avuto qualche difficoltà iniziale legata alle poche partite sulle gambe del pre-campionato. Pian piano abbiamo trovato la nostra identità di squadra e il nostro gioco; questo ci sta consentendo di imporci anche in situazioni in cui prima perdevamo lucidità e concentrazione. Il lavoro si vede e andremo avanti su questa linea”.

Entrare a gara in corso e lasciare il segno; una delle caratteristiche di Jessica Joly, così come accaduto a Brescia dove ha dato la svolta con un break forse decisivo: “L’allenamento serve anche a questo. Siamo sempre stimolate a tenere alta la concentrazione e soprattutto l’agonismo. Quando entri e si devono recuperare punti, la carica che ti porti dietro dalla settimana ti aiuta a dare una svolta. Chiaramente non solo io, ma tutte abbiamo dato un contributo notevole, svoltandola insieme”.

Adesso, la trasferta con Como, una squadra che all’andata ha provato la nostra consistenza. In quella gara Joly è stata eletta MVP: “Sarà una gara importante per il nostro percorso di crescita. Ci arriveremo dopo una settimana complicata a causa di alcune trasferte interne per gli allenamenti. La stiamo preparando, però, con la stessa attenzione di sempre. Albese è un’ottima squadra e sarà un bel banco di prova”.

Dopo l’ultimo turno di campionato, tutto invariato in testa con i successi delle formazioni che stanno dominando il girone. Non dovrebbero arrivare novità rilevanti neppure dal prossimo con Perugia impegnata al “PalaBarton” con Bologna, Busto a Pescara, sempre ferma in coda a zero punti, Talmassons che attende Soverato che, lontano dal “PalaScoppa”, ha fatto punti solo in Abruzzo. Focus, allora, sul “PalaFrancescucci” dove Messina dovrà sudare per aver ragione delle lariane, mentre la sorpresa di giornata potrebbe uscir fuori dal match tra Padova e Brescia.

Questi gli altri incontri del Girone A nella seconda giornata di ritorno: Padova-Brescia, Pescara-Busto Arsizio, Talmassons-Soverato, Perugia-Bologna. Classifica…, ‘Perugia 28, Busto Arsizio 26, Talmassons 22, Città Di Messina 21, Brescia 16, Como 12, Bologna 11, Soverato 10, Padova 4, Pescara 0’!

L’incontro, che sarà arbitrato dalla coppia Antonio Mazzarà e Riccardo Faia, sarà visibile gratuitamente sulla piattaforma web volleyballworld.tv al seguente link: https://tv.volleyballworld.com/live/251358. Tutte le partite di Serie A2 femminile saranno visibili gratuitamente su Volleyballworld.tv semplicemente registrandosi alla piattaforma.