E’ stata sospesa, l’erogazione dell’acqua a Trappitello – Chianchitta… una Frazione di Taormina

LO HA RESO NOTO IN UNA COMUNICAZIONE ODIERNA, IL PRESIDENTE DELL’ASM FINUCCIO AUTERI

0
102

Sospesa erogazione acqua a Trappitello – Chianchitta. L’Azienda servizi municipalizzati comunica che a causa di un guasto agli impianti del fornitore di energia Enel l’erogazione dell’acqua potabile è stata sospesa nella zona di Trappitello – Chianchitta. Sul posto sono già arrivati i tecnici, diretti dal responsabile del servizio, Carmelo Portogallo, per un sopralluogo.

“I nostri tecnici – ha comunicato, infatti, il presidente di Asm, Finuccio Auteri – sono già al lavoro per ripristinare nel più breve tempo possibile la fornitura idrica”.

Si attende l’intervento alle pompe di sollevamento di contrada Santa Filomena per dare adeguata fornitura elettrica all’impianto di distribuzione dell’acqua. Asm, comunque, si scusa per i disagi. Nota per la stampa Riparato guasto elettrico che ha bloccato la distribuzione dell’acqua a Trappitello e Chianchitta Nel pomeriggio di oggi grazie all’intervento dell’Enel e degli operai di Asm, il guasto elettrico che impediva il funzionamento delle pompe di sollevamento di via Santa Filomena è stato adesso riparato. Se il blackout fosse continuato, infatti, a risentire sarebbero stati anche i serbatoi del centro storico che hanno, tra le risorse idriche a disposizione, pure il punto di captazione della principale frazione taorminese.

La situazione sta, dunque, tornando lentamente alla normalità. Si va verso la normalizzazione del servizio. Com’è noto l’erogazione dell’acqua era stata sospesa per ore a Trappitello e Chianchitta a causa di un guasto agli impianti del fornitore di energia. Sul posto sono intervenuti i tecnici, diretti dal responsabile del servizio, Carmelo Portogallo, per un sopralluogo e poi si è atteso, fino al tardo pomeriggio, l’intervento alle pompe di sollevamento di contrada Santa Filomena per dare adeguata fornitura elettrica all’impianto di distribuzione dell’acqua. Asm, comunque, si è scusata, con in testa il presidente, Finuccio Auteri, per disagi che ha dovuto sopportare l’utenza.