Era sottoposto alla Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Comiso per reati in materia di stupefacenti, il trentaquattrenne pregiudicato sottoposto a controllo nelle ore scorse a Vittoria tratto in arresto dagli Agenti del Commissariato di P.S. di Vittoria

NELLO SPECIFICO, TRANSITANDO IN VIA CAVALIERI DI VITTORIO VENETO, L’ATTENZIONE DEGLI AGENTI SI È POSATA SU UNA AUTOVETTURA CON A BORDO DUE GIOVANI CHE ACCORTISI DELLA PRESENZA DELLA VOLANTE HA IMBOCCATO VELOCEMENTE UNA TRAVERSA DELLA STRADA CHE STAVA PERCORRENDO VEROSIMILMENTE PER FAR PERDERE LE PROPRIE TRACCE ED ELUDERE IN TAL MODO UN POTENZIALE CONTROLLO

210

Era sottoposto alla Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Comiso per reati in materia di stupefacenti, il trentaquattrenne pregiudicato sottoposto a controllo nelle ore scorse a Vittoria tratto in arresto dagli Agenti del Commissariato di P.S. di Vittoria.

Nello specifico, transitando in via Cavalieri di Vittorio Veneto, l’attenzione degli Agenti si è posata su una autovettura con a bordo due giovani che accortisi della presenza della Volante ha imboccato velocemente una traversa della strada che stava percorrendo verosimilmente per far perdere le proprie tracce ed eludere in tal modo un potenziale controllo. A questo punto gli Agenti prontamente si sono posti all’inseguimento dell’auto e dopo averla bloccata hanno proceduto al controllo degli occupanti dell’autovettura. All’interno del mezzo veniva riconosciuto ed identificato un uomo noto alle forze dell’ordine per i numerosi precedenti anche in materia di stupefacenti e con in atto la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel Comune di Comiso. Pertanto, in considerazione della palese violazione delle prescrizioni imposte dalla misura in atto, l’uomo è stato accompagnato presso il locale Commissariato di P.S. ed espletate le formalità di rito, è stato arrestato e condotto presso la sua abitazione di Comiso, in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

L’arrestato, non nuovo a tali violazioni, negli ultimi anni era stato più volte denunciato e tratto in arresto per il medesimo reato, da ultimo qualche tempo prima allorquando era stato sottoposto a controllo all’interno di una autovettura sempre in territorio di Vittoria.