Fra il 03 ed il 04 giugno 2021, i Carabinieri della Stazione di Falcone, hanno emesso una misura cautelare a carico di un uomo di anni 38 originario dello stesso luogo ma dimorante nel Comune di Oliveri

EGLI È STATO IL DESTINATARIO DI UN PROVVEDIMENTO CUSTODIALE AGLI ARRESTI DOMICILIARI, CHIESTO DALLA DOTTORESSA ANTONIETTA ARDIZZONE SOSTITUITO PROCURATORE DELLA REPUBBLICA DI PATTI E FIRMATO DAL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI DI SEDE, DOTTOR ANDREA LA SPADA

0
57

Fra il 03 ed il 04 giugno 2021, i Carabinieri della Stazione di Falcone, hanno emesso una misura cautelare a carico di un uomo di anni 38 originario dello stesso luogo ma dimorante nel Comune di Oliveri.

Egli, già sottoposto alla restrizione personale del divieto di avvicinamento alla ex convivente è stato raggiunto da un provvedimento di custodia cautelare degli arresti domiciliari poiché autore di ulteriori episodi di violenza in danno della donna. I fatti che avevano determinato la prima misura, meno afflittiva, hanno avuto origine dalla separazione tra i due, non accettata dall’uomo che, per vendetta, aveva concretizzato reiterate condotte moleste, minacce, insulti che hanno indotto la donna a mutare le proprie abitudini di vita anche a causa del controllo esercitato dall’uomo sugli spostamenti della stessa.

La donna ha trovato il coraggio di denunciare i fatti ai militari dell’Arma, le cui indagini, coordinate dal sostituto Procuratore della Repubblica di Patti, Dott.ssa Antonietta Ardizzone, hanno permesso al Giudice per le Indagini preliminari presso il Tribunale di Patti, Dott. Andrea La Spada, di emettere ordinanza di aggravamento della misura degli arresti domiciliari.