I carabinieri della Stazione di Monreale, hanno denunciato due 60enni Palermitani accusati di tentata truffa aggravata nei confronti di un 67enne pensionato di Monreale

I SOGGETTI, HANNO CERCATO DI METTERE A SEGNO LA COSIDDETTA 'TRUFFA DEI DIAMANTI', MA SONO PERÒ STATI SMASCHERATI DA UN MILITARE DELL’ARMA IN COMMIATO

162

I carabinieri della Stazione di Monreale, hanno denunciato due 60enni Palermitani accusati di tentata truffa aggravata nei confronti di un 67enne pensionato di Monreale.

I soggetti, hanno cercato di mettere a segno la cosiddetta ‘truffa dei diamanti’, ma sono però stati smascherati da un militare dell’Arma in Commiato. I due uomini dopo avere individuato la loro vittima, gli avrebbero proposto l’imperdibile affare… l’acquisto di ‘diamanti’ grazie all’intermediazione di un finto esperto di gioielli di nazionalità francese. I due lo avrebbero poi persuaso a prelevare tutto il denaro alla posta. L’ufficio postale, per fortuna della vittima, si trova vicino la sede della sezione dell’Associazione nazionale carabinieri di Monreale, aperta lì per aumentare la sicurezza nei confronti di chi si reca alle Poste. È proprio lì che il pensionato si sarebbe fermato per salutare il presidente della sezione, in quel momento presente in sede, raccontandogli dell’affare che di lì a poco avrebbe concluso con quei due fantomatici esperti di gioielli conosciuti poco prima. Il carabiniere in congedo, intuita la potenziale ‘truffa’ ha chiamato i militari della Caserma di Monreale, fornendo importanti dettagli sull’appuntamento che la vittima avrebbe avuto a breve per la consegna del denaro ritirato. I carabinieri si sono presentati all’appuntamento e, li hanno denunciato i ‘truffatori’.

I due venivano trovati anche in possesso di un anello con pietre e un certificato di garanzia di ‘diamanti’, il tutto verosimilmente falso.