I Carabinieri di Paceco, in provincia di Trapani, hanno denunciato 2 uomini, uno trapanese e uno romeno, per i reati di tentato furto e ricettazione poichè ritenuti responsabili di un tentato furto di gasolio da alcuni veicoli

I MEZZI SI TROVAVANO IN SOSTA, NEL PIAZZALE DI UNA DITTA SITUATA NELLA PROVINCIA TRAPANESE

0
151

Articolo…, tratto da… www.blogsicilia.it!

I Carabinieri di Paceco, in provincia di Trapani, hanno denunciato 2 uomini, uno trapanese e uno romeno, per i reati di tentato furto e ricettazione poichè ritenuti responsabili di un tentato furto di gasolio da alcuni veicoli in sosta all’interno del piazzale di una ditta nel trapanese.

La denuncia e le indagini
Dopo la denuncia della ditta, i Carabinieri hanno eseguito una serie di accertamenti che inizialmente hanno portato al ritrovamento di una BMW di grossa cilindrata, con apposte delle targhe risultate rubate in Germania. L’auto, utilizzata per il compimento del furto, era stata rinvenuta dai Carabinieri non lontano dalla ditta che aveva patito il furto. Da lì, i militari dell’Arma hanno analizzato le videosorveglianze del luogo e il paziente lavoro di analisi ha portato i suoi frutti.

Beccati dalle telecamere
L’occhio delle telecamere aveva immortalato due persone mentre scendevano dall’auto rubata armati di taniche. I due malviventi avevano il volto travisato da passamontagna. Visto che l’autovettura non risultava da ricercare, i Carabinieri sono risaliti agli utilizzatori della stessa, i due giovani, poi denunciati. Infatti, presso gli uffici della Stazione Carabinieri sono state analizzate le immagini estratte dalle videosorveglianze e sono emersi gravi indizi che portano a ritenere che fossero proprio i due i presunti autori del tentato furto, anche per alcuni indumenti indossati poi rinvenuti nelle abitazioni degli stessi.

Le ammissioni
Vistosi scoperti, i due hanno confermato di essere loro quelli nelle immagini con le taniche in mano e di non aver portato a compimento il furto per l’arrivo di personale della vigilanza. All’interno dell’auto rubata è stata inoltre rinvenuta una ricevuta di un compro oro dove i 2 avevano poco prima portato monili per il valore di circa 700 euro. Le indagini degli inquirenti proseguono al fine di raccogliere ulteriori riscontri investigativi.