I carabinieri hanno arrestato, in flagranza di reato, tre palermitani di 31, 32 e 35 anni

IL TERZETTO CHE E' STATO SORPRESO DAI MILITARI MENTRE STAVA ASPORTANDO DEL MATERIALE DA UN CANTIERE EDILE, VIENE ACCUSATO DEL REATO DI FURTO AGGRAVATO

0
58

I carabinieri hanno arrestato, in flagranza di reato, tre palermitani di 31, 32 e 35 anni accusati di furto aggravato, sorpresi mentre stavano portando via materiale edile da un cantiere nella zona di via Maqueda a Palermo, già posto sotto sequestro preventivo dalla polizia municipale. Il furto è stato notato da due carabinieri che hanno lanciato l’allarme.

Nel corso degli accertamenti è emerso che i tre sono tutti percettori del “reddito di cittadinanza” e sono in corso le procedure per la revoca del beneficio. Gli arrestati sono stati portati in tribunale per la direttissima. I tre hanno patteggiato una pena a dieci mesi di reclusione e una multa di 200 euro.