Ieri, il 31 gennaio 2024, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Taormina hanno effettuato l’arresto in flagranza di reato di un 56enne e un 29enne, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine

I DUE SONO ACCUSATI DEL REATO DI FURTO AGGRAVATO IN CONCORSO

270

Ieri, il 31 gennaio 2024, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Taormina hanno effettuato l’arresto in flagranza di reato di un 56enne e un 29enne, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine. I due sono stati accusati del reato di furto aggravato in concorso.

Durante un regolare servizio di controllo del territorio nella zona di Trappitello di Taormina, i Carabinieri hanno notato due individui comportarsi in modo sospetto all’interno di un ex campo da golf abbandonato. L’intervento immediato delle forze dell’Arma ha permesso di interrompere l’azione illecita dei due uomini, che erano intenti a smontare e sottrarre 31 radiatori provenienti da impianti di riscaldamento installati su edifici abbandonati. I presunti ladri avevano accumulato la refurtiva sul terreno, in attesa di caricarla sul proprio mezzo. La refurtiva è stata sequestrata e sarà restituita ai legittimi proprietari.

Quanto ai due arrestati, dopo le necessarie formalità di rito, sono stati posti agli arresti domiciliari presso le proprie abitazioni, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Entrambi gli individui, già noti alle forze dell’ordine, dovranno rispondere delle proprie azioni di fronte alla legge.