Il 22 ottobre 2023, nella tarda serata, i Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata di Militello hanno effettuato l’arresto di due individui di nazionalità rumena, i quali sono stati identificati come i presunti autori di un furto aggravato e ricettazione in concorso

TUTTO È COMINCIATO CON UNA SEGNALAZIONE DA PARTE DI UN ATTENTO CITTADINO, IL QUALE HA ALLERTATO IL NUMERO DI EMERGENZA 112 NUE RIGUARDO A UN FURTO AVVENUTO IN UN’ABITAZIONE SITA A MILITELLO ROSMARINO

191

Il 22 ottobre 2023, nella tarda serata, i Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata di Militello hanno effettuato l’arresto di due individui di nazionalità rumena, i quali sono stati identificati come i presunti autori di un furto aggravato e ricettazione in concorso.

Tutto è cominciato con una segnalazione da parte di un attento cittadino, il quale ha allertato il numero di emergenza 112 NUE riguardo a un furto avvenuto in un’abitazione sita a Militello Rosmarino. Secondo la testimonianza del cittadino, il furto è stato perpetrato da due individui, i quali, subito dopo l’azione criminale, si sono allontanati a bordo di un’automobile, dirigendosi verso Sant’Agata Militello. Le informazioni fornite dal cittadino sono state rapidamente trasmesse alla Centrale Operativa della Compagnia di Sant’Agata. In risposta, le autorità hanno immediatamente avviato una serie di ricerche, coordinando le pattuglie di polizia già presenti sul territorio. L’obiettivo era rintracciare l’auto e i presunti autori del furto. L’automobile è stata successivamente individuata al casello autostradale di Sant’Agata Militello, mentre si apprestava a imboccare l’autostrada A 20 in direzione di Palermo.

Dopo un inseguimento serrato, i Carabinieri sono riusciti a intercettare il veicolo in una piazzuola di sosta nei pressi di Caronia. Successivamente, è stata effettuata una perquisizione all’interno del veicolo, durante la quale sono stati scoperti vari attrezzi agricoli, tra cui due tagliaerba, una motosega, un compressore e altri oggetti che, dopo ulteriori verifiche, sono stati confermati come provenienti dal furto avvenuto nell’abitazione di Militello Rosmarino. Questi beni sono stati prontamente restituiti al legittimo proprietario. Nel corso della perquisizione del veicolo, i Carabinieri hanno anche scoperto e sequestrato attrezzi da scasso e diversi oggetti di valore, tra cui orologi, bigiotteria e altro, i cui due individui non sono stati in grado di giustificare la provenienza. In seguito a questi avvenimenti, i due sospettati sono stati arrestati e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati posti agli arresti domiciliari presso le loro abitazioni, in attesa dell’udienza di convalida.

Va sottolineato che il procedimento è ancora nella fase delle indagini preliminari, e per gli indagati è garantito il principio di presunzione di non colpevolezza sino a una sentenza definitiva, in conformità all’articolo 27 della Costituzione.