Il Governo taglia i fondi per la stabilizzazione degli Asu, Laccoto (deputato regionale siciliano di Italia Viva): “Una sfida al Parlamento e uno schiaffo ai precari”

"DOPO CHE LA COMMISSIONE LAVORO E LA COMMISSIONE BILANCIO..., ERANO RIUSCITE A TROVARE I FONDI NECESSARI"

0
77

“Dopo che la Commissione Lavoro e la Commissione Bilancio erano riuscite a trovare i fondi necessari per la stabilizzazione degli ASU, 10 milioni per il 2021 e 15 milioni per il 2022 e 2023, oggi il Governo ha deciso di tagliare queste somme e destinare 7,5 milioni per l’anno in corso e 10 milioni per il 2022. Risorse decisamente insufficienti che non possono raggiungere nemmeno l’obiettivo minimo di stabilizzare i lavoratori con un monte ore di 16 ore. E’ una sfida all’intero Parlamento e uno schiaffo a 4600 lavoratori che da 30 anni languono nel limbo del precariato senza neppure il riconoscimento dei contributi previdenziali. L’art. 46 della finanziaria è stato accantonato fino a domani per maggiori chiarimenti. Mi auguro davvero che la notte porti consiglio al Governo”. Lo ha riferito oggi in comunicato, il deputato regionale siciliano di Brolo del Gruppo di Italia Viva, Giuseppe Laccoto.