In relazione ai preventivati lavori di riparazione della condotta idrica in Piazza d’Armi, che verranno eseguiti da venerdi 25 novembre fino a lunedì 28 i responsabili del Comune di Messina hanno previsto la chiusura di otto scuole

ECCO QUALI SARANNO GLI ISTITUTI SCOLASTICI CHIUSI, SECONDO LA DISPOSIZIONE DELL'ORDINANZA N.149 DI MARTEDÌ 22 NOVEMBRE REDATTA DAL PRIMO CITTADINO PELORITANO FEDERICO BASILE: 1. LA FARINA BASILE PLESSO BASILE (ANNUNZIATA); 2. BISAZZA (VIALE ANNUNZIATA PRESSI VIALE REGINA ELENA); 3. ANTONELLO – VERONA TRENTO PLESSO MAIORANA (VIALE GIOSTRA); 4. BATTISTI FOSCOLO (VIA ALESSANDRO MANZONI – GIOSTRA); 5. VILLA LINA (RITIRO); 6. VITTORINI (ANNUNZIATA); 7. EVEMERO (GANZIRRI); 8. S. FRANCESCO DI PAOLA (S. LICANDRO)

0
183

In relazione ai preventivati lavori di riparazione della condotta idrica in Piazza d’Armi, che verranno eseguiti da venerdì 25 novembre fino a lunedì 28 i responsabili del Comune di Messina hanno previsto la chiusura di otto scuole.

Ecco quali saranno gli Istituti scolastici chiusi, secondo la disposizione dell’Ordinanza n.149 di martedì 22 novembre redatta dal massimo esponente della Giunta comunale messinese:

  1. La Farina Basile plesso Basile (Annunziata);
  2. Bisazza (viale Annunziata pressi viale Regina Elena);
  3. Antonello – Verona Trento plesso Maiorana (viale Giostra);
  4. Battisti Foscolo (via Alessandro Manzoni – Giostra);
  5. Villa Lina (Ritiro);
  6. Vittorini (Annunziata);
  7. Evemero (Ganzirri);
  8. S. Francesco di Paola (S. Licandro).

Segue il comunicato stampa, diffuso ieri dal primo cittadino peloritano Federico Basile e da colei che coordina l’A.M.A.M (Azienda Meridionale Acque Messina S.p.A.) Loredana Bonasera, dopo l’attività di confronto tra gli organismi interessati, il cui esito ha stabilito di mantenere la tabella di marcia già definita nei giorni scorsi:

  • “resta fermo il programma di intervento previsto nei giorni 25, 26 e 27 novembre, relativo alla sostituzione della condotta adduttrice che collega il Serbatoio Montesanto al serbatoio Tremonti”;
  • “la macchina organizzativa – si legge nel documento – è pronta ad intervenire a suffragio della popolazione che risiede nelle zone interessate dai lavori per la sostituzione di circa 70 metri di condotta, posta all’interno di un tubo camicia non ispezionabile, nella zona di Piazza d’Armi, che rendono necessario spendere e ridurre anche nei due giorni successivi, la distribuzione idrica nella zona nord della città, per consentire l’esecuzione dei lavori in sicurezza”;
  • La programmazione delle attività a supporto della popolazione ha definito i seguenti punti di distri-buzione di acqua alla popolazione: 1. Annunziata pressi rifornimento Via Ciaramita e Via A. Agostino; 2. Annunziata alta c.da Citola pressi capolinea ATM; 3. Torrente Trapani pressi cpl. Sirio; 4. Gravitelli Via P. Castelli incrocio S. Corrao; 5. Piazza Marotta – Curcuraci; 6. Faro Sup. Sp 49 Piazza M.A. di Francia; 7. Castanea – S.P. 50 c/o scuola L. Capuana; 8. Granatari c/o Rotonda; 9. Ganzirri – Chiesa San Nicola; 10. Massa San Giorgio – c/o ufficio Postale; 11. Massa San Giovanni – c/o Piazza San Giovanni; 12. San Michele – Piazzale ATM;
  • previsti inoltre ulteriori tre punti di approvvigionamento idrico: presso la sede AMAM; sul viale Principe Umberto al serbatoio Torre Vittoria; e Pozzo Garibaldi (alle spalle di piazza Castro-novo, via Gerolamo Savonarola);
  • “in considerazione delle condizioni al contorno – affermano il presidente di AMAM, Loredana Bonasera e il sindaco Federico Basile – si è ritenuto opportuno confermare, alla data odierna e fatte salve le verifiche sul meteo dei prossimi giorni, l’intervento di riparazione della copiosa perdita, del resto, la macchina organizzativa è pronta ad intervenire, con tutti i presidi adeguati a suffragio della popolazione interessata dalle riduzioni e sospensioni idriche”;
  • si invita la cittadinanza che risiede nelle aree interessate dagli interventi, a verificare la funzionalità dei propri sistemi di accumulo d’acqua (serbatoi, cisterne condominiali, autoclavi) o, qualora presen-ti, dei pozzi privati, per limitare al massimo i disagi legati alla programmata interruzione dell’erogazione. Al contempo, si invita anche ad un consumo di acqua potabile senza sprechi, poiché le riserve dei propri serbatoi potrebbero essere bastevoli per le 36-72 ore di disagio. Gli utenti po-tranno seguire gli aggiornamenti sul sito di AMAM e segnalare eventuali situazioni di particolare di-sagio o emergenza al numero dedicato del COC 09022866 o quello di AMAM 0903687722 o sulla pagina social all’indirizzo https://www.facebook.com/ufficio.stampa.amam. Seguiranno in relazione agli interventi ulteriori aggiornamenti ed informazioni utili.