La Polizia di Stato di Milano ha arrestato nelle ore scorse, un cittadino cileno di 22 anni: nel pomeriggio del 30 gennaio 2024 presso il Capoluogo lombardo, gli agenti del Commissariato Scalo Romana, a seguito di un’attività di osservazione finalizzata al contrasto dello spaccio di droga, hanno individuato in Via Cuore Immacolato un appartamento quale luogo di detenzione di ingenti quantità di sostanza stupefacente

ALLE ORE 16:20 CIRCA, I POLIZIOTTI HANNO NOTATO IL 22ENNE CILENO USCIRE DALLO STABILE E, POCHI MINUTI DOPO, ENTRARCI UN ACQUIRENTE, ITALIANO 22ENNE SANZIONATO SUCCESSIVAMENTE PER USO DI DROGA, IL QUALE HA CONSEGNATO SPONTANEAMENTE UN PEZZO DI HASHISH DI 3,5 GRAMMI ACQUISTATO POCO PRIMA

235

La Polizia di Stato di Milano ha arrestato nelle ore scorse, un cittadino cileno di 22 anni: nel pomeriggio del 30 gennaio 2024 presso il Capoluogo lombardo, gli agenti del Commissariato Scalo Romana, a seguito di un’attività di osservazione finalizzata al contrasto dello spaccio di droga, hanno individuato in Via Cuore Immacolato un appartamento quale luogo di detenzione di ingenti quantità di sostanza stupefacente.

Alle ore 16:20 circa, i poliziotti hanno notato il 22enne cileno uscire dallo stabile e, pochi minuti dopo, entrarci un acquirente, italiano 22enne sanzionato successivamente per uso di droga, il quale ha consegnato spontaneamente un pezzo di hashish di 3,5 grammi acquistato poco prima. Fuori dallo stabile, gli investigatori di via Chopin hanno fermato i due presunti spacciatori.

Gli operatori di Pubblica Sicurezza, tramite un mazzo di chiavi rinvenuto in possesso al 23enne, sono risaliti all’appartamento, un bilocale in uso ai due. A seguito di perquisizione domiciliare i poliziotti hanno rinvenuto, all’interno della cucina, circa 6 kg di hashish, 3,4 kg di marijuana ed un bilancino digitale elettronico, oltre ad una macchina per il sottovuoto.

.