La Polizia di Stato ha arrestato a Vittoria due stranieri, di 27 e 34 anni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

L’ARRESTO È STATO OPERATO NELLE ORE SCORSE... DAGLI UOMINI DEL COMMISSARIATO DI PUBBLICA SICUREZZA DI VITTORIA NELL’AMBITO DI MIRATI SERVIZI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO DISPOSTI DAL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI RAGUSA, DOTT. VINCENZO TROMBADORE

140

La Polizia di Stato ha arrestato a Vittoria due stranieri, di 27 e 34 anni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto è stato operato nelle ore scorse… dagli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria nell’ambito di mirati servizi di controllo del territorio disposti dal Questore della Provincia di Ragusa, Dott. Vincenzo Trombadore. In occasione di tali servizi, una pattuglia del Commissariato di P.S. transitando nei pressi di Piazza Daniele Manin notava due stranieri fermi a parlare con un giovane, a cui consegnavano furtivamente qualcosa. Intuendo che fosse in atto un’attività di spaccio e che i due avessero ceduto sostanza stupefacente al ragazzo, gli agenti immediatamente bloccavano l’acquirente che veniva sottoposto a perquisizione personale. A seguito del rinvenimento addosso al giovane di una dose di hashish, gli operatori immediatamente rintracciavano e bloccavano i due uomini che nel frattempo, notando che l’acquirente era stato fermato e controllato dalla Polizia, avevano cercato invano di guadagnare la fuga. Sottoposti a perquisizione i due stranieri venivano trovati in possesso rispettivamente di 13 e 12 dosi di sostanza stupefacente del tipo hashish, del peso complessivo di 40 grammi, che erano state confezionate singolarmente e pronte per la cessione. Inoltre, addosso ad uno dei due stranieri veniva rinvenuta la somma di 95 euro in banconote di vario taglio, provento dell’illecita attività di spaccio. Alla luce dell’attività di spaccio esercitata dai due uomini, i poliziotti eseguivano anche la perquisizione domiciliare con esito positivo.

All’interno di un borsone nascosto in un mobile venivano rinvenute altre 10 dosi di hashish già confezionate ed il materiale necessario per il confezionamento in dosi dello stupefacente.