“La Procura Federale ha aperto due procedimenti per accertare eventuali violazioni relative all’applicazione del Protocollo gare di calcio professionistico in modalità ‘a porte chiuse’ in occasione degli incontri Reggina-Vicenza di Serie B e Avellino-Bari del girone C della Serie C, che si sono svolti nel week end”

“L’INCHIESTA DOVRA' ACCERTARE SE SIANO STATI RISPETTATI I NUMERI PREVISTI”

0
83

Articolo…, tratto da… www.ansa.it.

“La Procura Federale ha aperto due procedimenti per accertare eventuali violazioni relative all’applicazione del Protocollo gare di calcio professionistico in modalità ‘a porte chiuse’ in occasione degli incontri Reggina-Vicenza di Serie B e Avellino-Bari del girone C della Serie C, che si sono svolti nel week end. L’inchiesta dovrà accertare se siano stati rispettati i numeri previsti dal Protocollo in relazione alle presenze in tribuna. Analogo procedimento era stato aperto per la partita, anche questo di Serie C, Pro Vercelli-Como del 14 marzo scorso”.

Il riferimento, come si evince chiaramente dalla nota, è relativo ad accertare “violazioni relative all’applicazione del Protocollo gare di calcio professionistico in modalità ‘a porte chiuse” e si rifà quindi all’effettivo numero di persone che possono essere presenti in uno stadio di calcio ai tempi del Covid, ridotto ai soli addetti ai lavori. Inutile nascondere come il procedimento sia nato dopo le polemiche per la presenza del presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì e del Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà. Le loro foto sui social sono evidentemente arrivate fino alla Procura Federale, che adesso vuole vederci chiaro.

Al di là di inviti più o meno ufficiali, di saluti, incontri istituzionali o giustificazioni di ogni tipo, il Protocollo gare di calcio professionistico in modalità ‘a porte chiuse’ non prevede effettivamente la presenza delle istituzioni regionali o cittadine. Tra le voci “Categorie di personale ammesso allo stadio” inserite nel documento “Indicazioni generali per la pianificazione, organizzazione e gestione delle gare di calcio professionistico in modalità ‘a porte chiuse’, finalizzate al contenimento dell’emergenza epidemiologia da COVID-19” sul sito della Figc sono presenti – oltre ai componenti tecnici e societari delle due squadre – i vari operatori medici, delegati Lega, antidoping, servizi di pulizia, Steward, Vigili del Fuoco, Polizia, Raccattapalle. Non c’è traccia di altro.

Ecco di seguito lo screenshot di pagina 8 del protocollo, che segnala le persone ammesse allo stadio. Qui, invece, il link del protocollo al sito ufficiale della federazione.