“La vicenda ormai nota dell’audizione in Commissione Giustizia al Senato non ha del ridicolo, magari fosse quello… ha dello spaventoso”

E' STATA VERONICA GIANNONE, LA DEPUTATA LECCESE DI FORZA ITALIA, AFFERENTE AL GRUPPO ESISTENTE PRESSO MONTECITORIO A ROMA, A SCRIVERLO OGGI 24 GIUGNO 2022 SULLA SUA PAGINA FACEBOOK

0
173

“La vicenda ormai nota dell’audizione in Commissione Giustizia al Senato non ha del ridicolo, magari fosse quello… ha dello spaventoso”! Lo ha scritto oggi 24 giugno 2022, sulla sua Pagina Facebook, Veronica Giannone, la deputata leccese di Forza Italia afferente al Gruppo esistente presso Montecitorio a Roma.

La Giannone ha aggiunto:

  • chiamare in audizione 2 blogger senza alcuna formazione relativa al tema che si affronta in Parlamento, senza competenze tecniche a riguardo, ma che estrapolano dati e ne relazionano una loro personale interpretazione, nel mentre decine di donne in Italia vengono uccise da uomini violenti, gelosi, possessivi, per non parlare di quelle innumerevoli donne maltrattate violentate, stuprate, è di una gravità inaudita. Un tentativo di audire uno di questi blogger, rappresentanti del gruppo “Stalker sarai tu” o “La fionda”, era stato fatto anche alla Camera dei deputati durante i lavori in commissione Giustizia sui testi relativi all’affido dei minorenni e alle conseguenti modifiche di diversi art. del Codice Civile e della Legge 54/2006;
  • attraverso un confronto tra alcuni parlamentari della commissione, abbiamo comunque evitato l’audizione di tale soggetto. Il problema, a mio parere, è che da regolamento, dovrebbe essere la Presidenza ad informarsi correttamente su chi audire perché i partiti attraverso i loro commissari depositano proposte, la Presidenza dovrebbe accuratamente valutarne la fattibilità. Sempre a mio parere, coloro i quali devono essere ascoltati in una Commissione Parlamentare devono, e ripeto devono, poter dare delle informazioni tecniche e documentabili, scientifiche quando richiesto, pertanto DEVONO essere dei professionisti con un curriculum adeguato e un’esperienza tale da essere utile nella lavorazione di nuovi testi di legge o modifiche di leggi esistenti che vengono comunque proposte da politici e quasi mai esperti nel campo, ma che descrivono la propria linea politica, spesso neanche del partito al quale appartengono;
  • uno di questi signori, certo Fabio Nestola, che ha partecipato all’audizione non ha neanche un curriculum visibile, non si sa che tipo di studi abbia svolto, che lavoro abbia svolto sino ad ora, e non è un politico che esprime un pensiero che rappresenta una fetta della popolazione che ha dato lui o lei il mandato, ma chiamato dal collega Senatore Simone Pillon in quanto “esperto in materia”, perché chi viene audito DEVE ESSERE UN ESPERTO IN MATERIA;
  • per non parlare poi dei commenti, delle espressioni adottate contro le donne, che questi 2 blogger utilizzano costantemente, degli pseudo articoli che scrivono e firmano che denigrano, offendono, sminuiscono, diffamano le donne e diverse parlamentari donne. Nel web se ne trovano a decine con annesse fotografie e descrizioni offensive… ve ne allegherò qualcuna, giusto pochissimi esempi;
  • finché tutto ciò non verrà controllato dalla Presidenza che decide di chiamare in audizione su proposta di un o una parlamentare, avremo a che fare con semplici opinioni personali, interpretazioni e storture della realtà e soprattutto si continuerà ad alimentare la convinzione di queste persone dell’essere potenti ed intoccabili;
  • ed intanto Donatella, Elisabetta, Renata, Gabriela, Lorena, Jenny, Lijdia, Camilla, Nevila, e tutte le altre donne, sono state barbaramente e violentemente uccise da uomini che le odiavano, volevano loro del male.