Le stelle del Cinema approdano al Marina di Capo d’Orlando che quest’anno ospiterà la serata anteprima della XIII edizione del Marefestival Salina Premio Troisi (14/16 giugno sull’isola eoliana): appuntamento giovedì 13 giugno alle ore 18.30 nella sala meeting del Sestante Marina Motel, all’interno del porto, per la conferenza stampa d’apertura, alla presenza del presidente del CdA, l’architetto Giuseppe Mangano, della madrina Maria Grazia Cucinotta, delle attrici Barbara Bouchet e Francesca Inaudi, del produttore Corrado Azzollini, Premi Troisi 2024, del direttore artistico, il giornalista Massimiliano Cavaleri e della conduttrice, la giornalista Nadia La Malfa

IL PREMIO TROISI È ORGANIZZATO DAI GIORNALISTI MASSIMILIANO CAVALERI E PATRIZIA CASALE INSIEME CON FRANCESCO CAPPELLO, GIOVANNI PONTILLO E NADIA LA MALFA; SCENOGRAFIA E IMMAGINE A CURA DI TINA BERENATO

230

Le stelle del Cinema approdano al Marina di Capo d’Orlando che quest’anno ospiterà la serata anteprima della XIII edizione del Marefestival Salina Premio Troisi (14/16 giugno sull’isola eoliana): appuntamento giovedì 13 giugno alle ore 18.30 nella sala meeting del Sestante Marina Motel, all’interno del porto, per la conferenza stampa d’apertura, alla presenza del presidente del CdA, l’architetto Giuseppe Mangano, della madrina Maria Grazia Cucinotta, delle attrici Barbara Bouchet e Francesca Inaudi, del produttore Corrado Azzollini, Premi Troisi 2024, del direttore artistico, il giornalista Massimiliano Cavaleri e della conduttrice, la giornalista Nadia La Malfa.

“Con grande piacere ed entusiasmo accoglieremo la preview di un festival così prestigioso e ricco di ospiti e contenuti – spiega il presidente Mangano – il Premio Troisi è uno degli appuntamenti più attesi dell’arcipelago eoliano e per i nostri diportisti, oltreché per gli orlandini, sarà particolarmente interessante partecipare e conoscere da vicino questa manifestazione”.

Barbara Bouchet, una delle attrici più apprezzate della prima generazione della cosiddetta commedia sexy all’italiana, che ha avuto grande risonanza tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, ha girato oltre 80 film e moltissimi sceneggiati televisivi, rimanendo da sempre icona di bellezza e stile; la sua più recente interpretazione è nel ruolo della contessa Wiendemar in ”Diabolik – chi sei?” (2023), firmato dai Manetti Bros. Francesca Inaudi comincia al Piccolo Teatro di Milano diretta da Giorgio Strehler e Luca Ronconi, nel 2004 debutta al cinema e da allora interpreta numerosi film diretti da importanti registi tra cui Cristina Comencini, Paolo Virzì, Mario Martone ed è presente in produzioni internazionali; nel 2023 Liliana Cavani la vuole fra i protagonisti de “L’ordine del tempo”.

La serata, con ingresso libero, proseguirà alle 19.30 sulla Terrazza Sestante, dove si terrà la presentazione del romanzo storico “Il Grano nero”, edito da Scatole Parlanti (2024) e firmato da Ignazio Rosato, autore tv, sceneggiatore e scrittore: dialogherà con lui l’inviato del programma di Italia Uno “Le Iene” Fabio Agnello. Alle ore 20.30 la proiezione della commedia – dramma “Gli agnelli possono pascolare in pace” (Draka Production, Italia 2024) di Beppe Cino, che invita a riflettere sul tema dei “confini”, con Maria Grazia Cucinotta, Massimo Venturiello, Tiziana Schiavarelli e Umberto Sardella.

Dopo il film e il dibattito con la protagonista e il produttore, comincerà lo show presentato da Cavaleri e La Malfa con interviste agli ospiti e la consegna del Premio Troisi ad Azzollini, il quale parlerà dei suoi prossimi ambiziosi progetti. Infine il Premio speciale Panathlon “Lo Sport illumina il film della vita” che Ludovico Magaudda, vicegovernatore Area 9 Sicilia del Panathlon International, e Nino La Rosa Presidente del Club di Messina, consegneranno a Marzia e Gianni Raineri. Il welcome cocktail sarà offerto da Oli Barbera, Bibite Polara e Acqua Mangiatorella. Il Premio Troisi è organizzato dai giornalisti Massimiliano Cavaleri e Patrizia Casale insieme con Francesco Cappello, Giovanni Pontillo e Nadia La Malfa; scenografia e immagine a cura di Tina Berenato.