Mirati servizi di controllo del territorio sono stati effettuati dai Poliziotti della Questura con il concorso di unità specialistiche dei Reparti Prevenzione Crimine “Sicilia Orientale” e “Siderno”, nelle giornate di lunedì, martedì e mercoledì scorse

SPECIFICI MODULI OPERATIVI ABBINATI ALLE ORDINARIE ATTIVITÀ DI CONTROLLO DEL TERRITORIO HANNO VISTO IMPEGNATI I POLIZIOTTI DI MESSINA NEI VILLAGGI DI BORDONARO E GIOSTRA E NEL RIONE DI SANTA LUCIA SOPRA CONTESSE

486

Mirati servizi di controllo del territorio sono stati effettuati dai Poliziotti della Questura con il concorso di unità specialistiche dei Reparti Prevenzione Crimine “Sicilia Orientale” e “Siderno”, nelle giornate di lunedì, martedì e mercoledì scorse.

Il dispositivo di sicurezza pianificato negli scorsi tre giorni con ordinanza del Questore ha interessato, in particolare, aree cittadine ad alto tasso di criminalità o dove è stata registrata una particolare recrudescenza di episodi di illegalità diffusa.

Specifici moduli operativi abbinati alle ordinarie attività di controllo del territorio hanno visto impegnati i Poliziotti di Messina nei villaggi di Bordonaro e Giostra e nel rione di Santa Lucia Sopra Contesse.

Nel corso delle tre giornate dedicate ai controlli sono state identificate 466 persone e sottoposti a verifica 254 veicoli. Sono 17 le sanzioni al Codice della Strada elevate, 4 i sequestri amministrativi di veicoli e 2 i fermi. Tra i provvedimenti adottati anche la sospensione dalla circolazione di un veicolo, il ritiro di 4 carte di circolazione e di una patente di guida.

Particolare attenzione è stata posta al controllo dei sottoposti al regime degli arresti domiciliari, per un totale di 22 soggetti controllati. Nel corso dei servizi, a seguito di perquisizione domiciliare, i poliziotti hanno proceduto alla segnalazione alla competente Autorità Amministrativa di una persona trovata in possesso di sostanza stupefacente.

A seguito di un’ulteriore perquisizione domiciliare, gli Agenti hanno altresì denunciato all’Autorità Giudiziaria un ventinovenne per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Trovati a suo carico e sottoposti a sequestro 17 grammi di marijuana, rinvenuti in parte all’interno del water, atteso che il ventinovenne – sentito bussare i Poliziotti – aveva tentato di disfarsene.

Infine, ad uno dei posti di controllo predisposti nelle zone interessate, i Poliziotti hanno proceduto alla notifica della misura della libertà controllata con obbligo di presentazione ad un quarantottenne già inserito in banca dati interforze ed in transito su un furgone.