Negli scorsi giorni vi è stato un accadimento, relativo ad una ipotesi di reità di furto attuato su mezzi parcheggiati sulla pubblica via, ed è uno il presunto autore prontamente attenzionato ed arrestato dagli #agenti delle #Volanti di Messina

UN FATTO È STATO PERPETRATO IN VIA MARCO POLO, LA PRONTA INDIVIDUAZIONE DEL RESPONSABILE È STATA POSSIBILE GRAZIE ALLA TELEFONATA NON DI UN CITTADINO QUALUNQUE MA DELLO STESSO PROPRIETARIO DEL MEZZO

0
195

Negli scorsi giorni vi è stato un accadimento, relativo ad una ipotesi di reità di furto attuato su mezzi parcheggiati sulla pubblica via, ed è uno il presunto autore prontamente attenzionato ed arrestato dagli #agenti delle #Volanti di Messina. Un fatto è stato perpetrato in via Marco Polo, la pronta individuazione del responsabile è stata possibile grazie alla telefonata non di un cittadino qualunque ma dello stesso proprietario del mezzo. Il ladro, messinese di 38 anni, nottetempo aveva già smontato il parabrezza di una moto e parte della marmitta, quando veniva visto dal proprietario e si dava quindi alla fuga.

Intanto, su telefonata dello stesso proprietario, la Sala Operativa della Questura coordinava le Volanti che riuscivano a bloccare il ladro a breve distanza dal luogo del furto con ancora gli arnesi utilizzati per lo scasso ed il parabrezza appena smontato. Giudicato con rito direttissimo, è stato sottoposto agli arresti domiciliari da cui è evaso pochi giorni dopo. Rintracciato nuovamente, è stato trasferito presso il carcere di Gazzi, in esecuzione dell’aggravamento di misura cautelare disposto dall’A.G.!

Si precisa che il procedimento trovasi ancora in fase di Indagini Preliminari e che, in ossequio al principio di non colpevolezza e fino a sentenza di condanna passata in giudicato, sarà svolto ogni ulteriore accertamento che dovesse rendersi necessario, anche nell’interesse dell’indagato.