Nel corso dei suoi plurimi Comizi elettorali di queste settimane, tenuti in coincidenza delle prossime Elezioni politiche e regionali del 25 settembre 2022, alle quali Cateno De Luca, ex primo cittadino di Messina candidato con i simboli ‘De Luca sindaco di Sicilia’, ‘De Luca sindaco d’Italia’ e ‘Sud chiama Nord’, lo stesso attacca frequentemente gli ex presidenti della Regione Siciliana Salvatore (Totò) Cuffaro e Raffaele Lombardo

IN REALTA' I SUOI AVVERSARI NON HANNO COMMESSO ALCUN REATO, MA LUI LI PRENDE UGUALMENTE DI MIRA PER ADDITARLI IN MODO NEGATIVO AL COSPETTO DELL'OPINIONE PUBBLICA, ATTRAENDO COSI' VOTI DI PERSONE INCONSAPEVOLI DEL FATTO CHE LE COSE DA LUI DETTE NON HANNO ALCUNA RILEVANZA PENALE, IN RIFERIMENTO AGLI ACCUSATI E VESSATI

668

Nel corso dei suoi plurimi Comizi elettorali di queste settimane, tenuti in coincidenza delle prossime Elezioni politiche e regionali del 25 settembre 2022, alle quali Cateno De Luca, ex primo cittadino di Messina candidato con i simboli ‘De Luca sindaco di Sicilia’, ‘De Luca sindaco d’Italia’ e ‘Sud chiama Nord’, lo stesso attacca frequentemente gli ex presidenti della Regione Siciliana Salvatore (Totò) Cuffaro e Raffaele Lombardo.

De Luca, al primo imputa di avere piazzato il fratello Silvio come dirigente regionale, al secondo invece addebita l’avere favorito la nomina del cognato all’Asp di Enna. Come al solito…, il De Luca parla degli altri e tende a nascondere quel che Egli ha commesso nel corso degli anni.

Infatti bisogna precisare, che le contestazioni che muove a Cuffaro e Lombardo, non costituiscono reati e gli stessi non sono mai stati chiamati in Giudizio da eventuali responsabili di Autorità Giudiziaria per risponderne penalmente.

Al contrario De Luca, ad esempio, si agita verso i suoi avversari ma lui fa le stesse cose avendo nominato da rappresentate dell’Amministrazione comunale messinese alla fine di gennaio del 2021 alla Presidenza dell’Amam l’architetto Loredana Bonasera, moglie del suo autista personale e fotografo Luciano Fumia, presidente dell’Associazione ‘La Casa del Musicista’ di Fiumedinisi attraverso la quale i due dal settembre al dicembre del 2021 organizzarono i concerti ‘A modo mio…’ da Esso svolti  nei maggiori Teatri siciliani con il dichiarato scopo di raccogliere fondi atti alla creazione di un ‘Centro della Musica’… del quale ora non si sa più nulla.

In passato De Luca, si trovò sotto Processo per il Procedimento Penale Fiumedinisi, dal quale venne assolto in primo grado ed in Appello, rispettivamente l’8 novembre 2017 e l’11 settembre 2019 ma venne ‘Prescritto’ per il reato di ‘Tentata Concussione’ come si puo’ leggere nel link che segue…

Abuso d’ufficio e falso, assolto Cateno De Luca: rimane sindaco di Messina

Cateno Roberto De Luca, venne condannato per Diffamazione, il 3 maggio 2019 dai giudici della Corte di Cassazione e per Vilipendio (ipotesi di reità derivante dagli insulti da lui profferiti in diretta Facebook contro il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in data 23 marzo 2020 quando si intratteneva on line dal C.O.C. del Comune di Messina, durante il periodo della Pandemia da Covid-19) dai magistrati peloritani il 14 giugno 2021.

In conclusione, il predetto uomo politico, prende di mira con le sue affermazioni altri contendenti politici, i quali in realtà non hanno commesso alcuna violazione di Legge e nessun magistrato gliel’ha contestata mentre lui come è facile verificare pubblicamente ha subito due condanne.