Nella mattinata di ieri, presso l’Università di Messina, è stato conferito il Dottorato di Ricerca Honoris Causa in Scienze Cognitive curriculum “Teorie e tecnologie socioculturali, territoriali, dei media e delle arti performative” al rinomato regista internazionale Marco Bellocchio

IL TITOLO CELEBRA LA STRAORDINARIA CARRIERA DI BELLOCCHIO, RICONOSCIUTO COME UNO DEGLI ESPONENTI PIÙ SIGNIFICATIVI DEL CINEMA ITALIANO

476

Nella mattinata di ieri, presso l’Università di Messina, è stato conferito il Dottorato di Ricerca Honoris Causa in Scienze Cognitive curriculum “Teorie e tecnologie socioculturali, territoriali, dei media e delle arti performative” al rinomato regista internazionale Marco Bellocchio.

Il titolo celebra la straordinaria carriera di Bellocchio, riconosciuto come uno degli esponenti più significativi del cinema italiano. Con oltre sessanta anni di prolifica attività creativa, Bellocchio ha diretto oltre trenta lungometraggi, guadagnandosi numerosi premi e riconoscimenti sia a livello nazionale che internazionale. La sua dedizione alla settima arte ha contribuito in modo significativo alla cultura cinematografica mondiale. La cerimonia di conferimento ha visto la partecipazione di importanti figure accademiche, tra cui il Prorettore Vicario, il prof. Eugenio Cucinotta, il Direttore Generale, l’avv. Francesco Bonanno, il Direttore del Dipartimento COSPECS, il prof. Carmelo Maria Porto, e la Coordinatrice del Dottorato in Scienze Cognitive, la prof.ssa Alessandra Falzone. A presenziare l’evento, la neo Rettrice dell’Ateneo Peloritano, la prof.ssa Giovanna Spatari.

Questo riconoscimento sottolinea non solo l’incredibile contributo artistico di Bellocchio ma anche il suo impatto nella comprensione delle dinamiche cognitive e socioculturali attraverso il medium cinematografico.