Prima riunione programmatica del nuovo Cda dell’Asm di Taormina…, dopo la conclusione della decennale fase di liquidazione decisa, di recente, dall’assemblea cittadina

I COMPONENTI DELL'ORGANO SOCIETARIO GUIDATI DAL PRESIDENTE FINUCCIO AUTERI, SI SONO RIUNITI QUESTA MATTINA A PALAZZO DEI GIURATI

0
93

Prima riunione programmatica del nuovo Cda dell’Asm dopo la conclusione della decennale fase di liquidazione decisa, di recente, dall’assemblea cittadina. Il consiglio di amministrazione succede al periodo guidato dal commissario, l’avv. Antonio Fiumefreddo, che si è occupato della principale azienda cittadina nella fase finale. Questa mattina si è riunito a Palazzo dei giurati, sede del Comune, il nuovo Cda che è composto dal presidente, Finuccio Auteri e dai componenti, Mario Smiroldo e Stefano Loria. Un momento questo che si è svolto alla presenza del sindaco, Mario Bolognari e del segretario comunale, Giuseppe Bartorilla. Si è fatto, dunque, il punto della situazione dell’Azienda che cade nelle giornate di maggiore sforzo dei servizi gestiti da Asm in considerazione del grande movimento turistico che sta interessando Taormina in questi giorni.

“Ritengo che sia necessario ripristinare – ha commentato il neo indicato presidente Auteri al termine della riunione – in questa fase la fiducia, che si è persa nel tempo, nella politica sia a livello generale che locale. Cerchiamo adesso di dare dimostrazione che, appunto, la politica con la “P” maiuscola ancora si può fare. Urge ora razionalizzare tutti i servizi. Un iter questo che è stato già stato attivato dalla precedente gestione commissariale. Vogliamo, comunque ulteriormente ottimizzare quanto avviato. Abbiamo, anche altre idee in cantiere di cui bisogna verificare la fattibilità ma, soprattutto, ritengo indispensabile, nel momento economico ed amministrativo che sta attraversando l’amministrazione comunale, per la questione relativa all’annunciato default ed altre vicissitudini, dare una mano seria alla città con la nostra presenza e la nostra attività, organizzandoci al meglio”.

Si punta, dunque, ad un ulteriore rilancio dell’Azienda servizi municipalizzati che rappresenta la punta di diamante dell’accoglienza della città simbolo del turismo isolano ed oltre.