Promozione della dieta mediterranea, ricerca e attività di indirizzo nell’ambito della ristorazione ospedaliera, assistenziale e scolastica: sono soltanto alcune delle funzioni a cui assolverà il Tavolo tecnico regionale per la promozione dello stile di vita mediterraneo (Svimed) che si è insediato presso il Dasoe, il Dipartimento delle Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico, dell’Assessorato regionale della Salute

L’ORGANISMO, DI CUI FANNO PARTE ANCHE RAPPRESENTANTI DI SCUOLE E OSPEDALI, SI RIUNIRÀ CON CADENZA ALMENO BIMESTRALE E SVOLGERÀ ATTIVITÀ DI PROGRAMMAZIONE IN CINQUE AREE SPECIFICHE: RIVALUTAZIONE DELLO STILE MEDITERRANEO, FORMAZIONE E INFORMAZIONE, RICERCA SCIENTIFICA, MOVIMENTO E ATTIVITÀ FISICA, PRODUZIONI PRIMARIE E FILIERE TRADIZIONALI DELL’AGROALIMENTARE SICILIANO

256

Promozione della dieta mediterranea, ricerca e attività di indirizzo nell’ambito della ristorazione ospedaliera, assistenziale e scolastica: sono soltanto alcune delle funzioni a cui assolverà il Tavolo tecnico regionale per la promozione dello stile di vita mediterraneo (Svimed) che si è insediato presso il Dasoe, il Dipartimento delle Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico, dell’Assessorato regionale della Salute.

«Sono sempre più numerose – dice l’assessore alla Salute Giovanna Volo – le evidenze scientifiche che indicano il nostro modello alimentare di riferimento come il più salutare e sostenibile. Il nostro impegno istituzionale è quello di diffonderlo il più possibile in tutte le strutture pubbliche, puntando soprattutto all’educazione dei più giovani alla sana alimentazione».

L’organismo, di cui fanno parte anche rappresentanti di scuole e ospedali, si riunirà con cadenza almeno bimestrale e svolgerà attività di programmazione in cinque aree specifiche: rivalutazione dello stile mediterraneo, formazione e informazione, ricerca scientifica, movimento e attività fisica, produzioni primarie e filiere tradizionali dell’agroalimentare siciliano.