Sono 258 i migranti presenti nell’area di transito, per le pre-identificazioni, creata a Porto Empedocle: i poliziotti dell’ufficio Immigrazione della Questura di Agrigento hanno ultimato ieri le fotosegnalazioni e quasi tutti sono stati trasferiti entro le ore 11.00 del medesimo giorno

SECONDO DISPOSIZIONI DELLA PREFETTURA DI AGRIGENTO, D'INTESA CON IL VIMINALE, LA POLIZIA HA SCORTATO I 130 MIGRANTI, SU 3 DIVERSI PULLMAN, A POZZALLO; 30 SU UN BUS A MESSINA, 80, SU DUE MEZZI, IN ABRUZZO; 20 AL CARA DI CALTANISSETTA. NELLA SERATA DEL 26 AGOSTO, QUANDO È APPRODATO IL TRAGHETTO GALAXY, SONO SBARCATI I 740 MIGRANTI IN PROCINTO DI ESSERE TRASFERITI DA LAMPEDUSA

168

Sono 258 i migranti presenti nell’area di transito, per le pre-identificazioni, creata a Porto Empedocle: i poliziotti dell’ufficio Immigrazione della Questura di Agrigento hanno ultimato ieri le fotosegnalazioni e quasi tutti sono stati trasferiti entro le ore 11.00 del medesimo giorno.

Secondo disposizioni della Prefettura di Agrigento, d’intesa con il Viminale, la polizia ha scortato i 130 migranti, su 3 diversi pullman, a Pozzallo; 30 su un bus a Messina, 80, su due mezzi, in Abruzzo; 20 al Cara di Caltanissetta. Nella serata del 26 agosto, quando è approdato il traghetto Galaxy, sono sbarcati i 740 migranti in procinto di essere trasferiti da Lampedusa.

Già pianificati, dall’ufficio territoriale del governo, alcuni spostamenti: con 3 pullman sono partiti, alle ore 20.00 circa, per il Veneto 150 migranti, 40 per l’Umbria, 150, con tre bus, per l’Emilia e 100, con 2 mezzi, per Vibo Valentia. I complessivi 440 sono stati già identificati dalla polizia, che è riuscita assieme alla Croce Rossa a tenere i ritmi infernali imposti dai continui sbarchi, all’hotspot di Lampedusa.