Un bambino di nove anni, vittima di violenza sessuale, ha trovato il coraggio, dopo essersi sentito male a scuola, di dire la verità ai suoi genitori e ha raccontato degli abusi che subiva da un’amica di famiglia

LA SUA AGUZZINA È UNA DONNA, AMICA DEI GENITORI, LA QUALE APPROFITTAVA SENZA FARSI PROBLEMI DI ALCUNE CIRCOSTANZE NELLE QUALI È RIMASTA SOLA CON IL PICCOLO PER ABUSARE DI LUI: ED ORA È ACCUSATA DI ABUSI SESSUALI SUL FIGLIO DI UN AMICO... LA DONNA, RESIDENTE A LATINA, È ATTUALMENTE INDAGATA ED È A PIEDE LIBERO

85

Testo…, tratto da… www.notizie.it!

Un bambino di nove anni, vittima di violenza sessuale, ha trovato il coraggio, dopo essersi sentito male a scuola, di dire la verità ai suoi genitori e ha raccontato degli abusi che subiva da un’amica di famiglia.

Abusa di bimbo di 9 anni: indagata una donna, amica di famiglia
La sua aguzzina è una donna, amica dei genitori, la quale approfittava senza farsi problemi di alcune circostanze nelle quali è rimasta sola con il piccolo per abusare di lui: ed ora è accusata di abusi sessuali sul figlio di un amico… la donna, residente a Latina, è attualmente indagata ed è a piede libero.

Tutto ha avuto inizio grazie alla denuncia dei genitori del piccolo. Sotto analisi delle autorità ci sarebbero ben due episodi, avvenuti lo scorso anno a Latina. I racconti richiedono ancora alcune delucidazioni, tuttavia stando già ai primi dettagli che il piccolo è riusciuto a raccontare, appaiono drammatici.

Tra l’altro, come accennato all’inizio, sembra che si sia sentito male mentre era scuola. Si pensa, infatti, che il malore sia stato generato dallo stress accumulato per via dell’accaduto che il piccolo si portava dentro da un bel pò.

La confessione del piccolo
Tuttavia, ad un certo punto non ce l’ha fatta più a restare in silenzio e ha raccontato tutto alla famiglia. A questo punto la terribile confessione: in due circostanze nelle quali il bambino e la donna sarebbero rimasti soli, quest’ultima ha approfittato di lui, arrivando anche a palpeggiarlo nelle parti intime. Da qui sono poi partite le indagini e la ricerca della sospettata.