Un fine settimana di incontri, degustazioni, premiazioni: “Da Capo…a pesce” ha convinto il pubblico, che nonostante le poco concilianti condizioni meteo, ha partecipato con entusiasmo all’evento

L’INIZIATIVA E' STATA FINANZIATA DAL DIPARTIMENTO DELLA PESCA MEDITERRANEA DELLA REGIONE SICILIANA SU FONDI FEAMP 2014-20 ED ORGANIZZATO DAL CO.GE.PA. “PORTO ROSA” (PATTI - ME), IN COLLABORAZIONE CON L’AREA MARINA PROTETTA CAPO MILAZZO, IL COMUNE DI MILAZZO, L’ASSOCIAZIONE MAREVIVO ONLUS, LE COOPERATIVE DEI PESCATORI LOCALI, E CON LA PARTECIPAZIONE DI SLOW FOOD PELORITANI – TIRRENICI, DELLA STAZIONE ZOOLOGICA DI NAPOLI ANTON DOHRN, DI FEDAGRIPESCA – CONFCOOPERATIVE, WWF ITALIA, DELL’AMP REGNO DI NETTUNO, DELL’ ISS RENATO GUTTUSO E DELL’ITET LEONARDO DA VINCI

0
193

Un fine settimana di incontri, degustazioni, premiazioni: “Da Capo…a pesce” ha convinto il pubblico, che nonostante le poco concilianti condizioni meteo, ha partecipato con entusiasmo all’evento finanziato dal Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana su fondi FEAMP 2014-20 ed organizzato dal Co.Ge.Pa. “Porto Rosa” (Patti – ME), in collaborazione con l’Area Marina Protetta Capo Milazzo, il Comune di Milazzo, l’Associazione Marevivo onlus, le cooperative dei pescatori locali, e con la partecipazione di Slow Food Peloritani – Tirrenici, della Stazione Zoologica di Napoli Anton Dohrn, di Fedagripesca – Confcooperative, WWF Italia, dell’AMP Regno di Nettuno, dell’ISS Renato Guttuso e dell’ITET Leonardo Da Vinci.

Un successo legato alla concomitanza di molteplici fattori, tra cui l’importante sinergia creatasi tra i diversi attori del territorio, che hanno contribuito con competenza e professionalità ad arricchire un palinsesto denso di eventi di qualità.

Calorosamente accolti dagli studenti dell’IIS Guttuso di Milazzo e dell’ITET Da Vinci di Milazzo, gli esperti del Co.Ge.Pa. Porto Rosa e di Federagripesca e gli educatori ambientali di Marevivo hanno inaugurato la kermesse con un importante momento di confronto sull’importanza di valorizzare il pesce povero dei nostri mari, che ha rappresentato il leit motiv di tutta la manifestazione.

Il progetto “Da Capo…a Pesce” è stato, invece, ampiamente illustrato nel corso della serata inaugurale, che ha avuto luogo a Palazzo D’Amico. Un’occasione utile anche per parlare e confrontarsi sulle problematiche legate al mondo della pesca, giustamente sollevate dal presidente di Federagripesca, Nino Accetta e colte al volo dal sindaco di Milazzo Pippo Midili, che ha garantito la propria presenza al fianco dei pescatori, al fine di portare la protesta sui tavoli ministeriali più appropriati.

Degli straordinari risultati ottenuti dall’Area Marina Protetta Capo Milazzo ha invece parlato il presidente Giovanni Mangano, preannunciando la diffusione a breve di un report analitico che “Testimonia – ha dichiarato – come le regole poste abbiano favorito una notevole ripopolazione ittica del nostro mare”.

Prezioso anche il contributo alla serata dato da Teresa Romeo, della Stazione Zoologica Anton Dohrn e diElettra Giampaoletti, esponente del WWF Italia, che in video collegamento ha sinteticamente illustrato il progetto “Pescare oggi per domani” sulla pesca sostenibile e diretta, la cui presentazione ufficiale è in programma a Milazzo nelle giornate del 29-30 novembre prossimi.

Intervenuto, per conto della Regione Siciliana, il responsabile del progetto, Dott. Tommaso Fascetto, il quale ha sottolineato l’importanza del partenariato realizzato. Presenza costante ed operativa, nel corso della tre giorni, quella dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Renato Guttuso”.

Un team numeroso, composto da 85 studenti, accompagnati da qualificati docenti, con la costante supervisione dalla dirigente, la prof.ssa Delfina Guidaldi.

“Giornate come queste – ha dichiarato Guidaldi – rappresentano importanti occasioni di esercitazione”.

L’impeccabile servizio offerto dagli studenti e le gustose prelibatezze di pesce dagli stessi cucinato e fornito dal Co.Ge.Pa. sono stati i punti di forza delle degustazioni, particolarmente gradite al pubblico presente presso il ristorante “La Baia” ed arricchite con tre importanti abbinamenti: l’olio “Don Pietro” di Ruggeri Olii, i vini delle cantine Vasari e il pane di “Pagnotta e salute”.

Punta di diamante del progetto, infine, gli show cooking di sei chef Milazzesi: Chistian Guercio, Giacomo Caravello, Alessandro Ilacqua, Maria Princiotto, Raffaele Campo e Joe Giarrizzo. I piatti proposti, con le rispettive ricette, sono visionabili sul sito www.dacapoapesce.it, congiuntamente alle informazioni relative al progetto.

Nel corso delle tre serate, presentate dalla responsabile di Marevivo Giulia Visconti, sono stati inoltre consegnati a pescatori, divers, albergatori, educatori ambientali e ristoratori gli attestati di partecipazione ai corsi di formazione “Milazzo in Blu” promossi dall’AMP Capo Milazzo. Rimandate a data da destinarsi, a causa delle avverse condizioni meteo, le escursioni previste nelle mattinate del 5 e 6 novembre.

“Il Co.Ge.Pa. Porto Rosa – dichiara il presidente Settimo Accetta- è nato nel 2007 dalla lungimiranza di un gruppo di imprese cooperative (oggi una trentina), al fine di unire le forze in un settore importante e complicato: la pesca. Il Consorzio è da sempre impegnato con progetti e iniziative per il miglioramento delle condizioni dei soci e per la sperimentazione di attrezzi e attività di pesca sostenibile. Di strada, da allora, ne è stata fatta tanta, al punto da poter oggi dire con orgoglio che il nostro Co.Ge.Pa è l’unico in Italia ad essere riconosciuto dal Mipaaf”.