Un uomo di Canicattì è finito ai domiciliari perché nascondeva nell’intercapedine del controsoffitto di casa quasi 8 grammi di eroina, sostanza da taglio e un bilancino di precisione

I POLIZIOTTI DEL LOCALE COMMISSARIATO, SABATO SCORSO, NEL POMERIGGIO GLI HANNO NOTIFICATO IL PROVVEDIMENTO CAUTELARE

0
65

Un uomo di Canicattì è finito ai domiciliari perché nascondeva nell’intercapedine del controsoffitto di casa quasi 8 grammi di eroina, sostanza da taglio e un bilancino di precisione.

I poliziotti del commissariato di Canicattì hanno dato corso, sabato pomeriggio, a controlli mirati antidroga. Verifiche, effettuate con l’ausilio delle unità cinofile della Guardia di finanza, che hanno dato appunto esito positivo.

L’arrestato è V. M. di 35 anni. Durante la perquisizione nella sua abitazione, effettuata con il cane antidroga “Eschilo” della Guardia di finanza, gli agenti avrebbero ritrovato nell’intercapedine del controsoffitto un involucro con quasi 8 grammi di eroina.

In cucina sarebbe stata ritrovata invece una dose della stessa sostanza stupefacente e addosso all’indagato diverse banconote ritenute probabile provento dell’illegale attività di spaccio. Soldi e droga sono stati sequestrati.