Un vasto incendio sta interessando, dal pomeriggio, la zona nord della città, al confine con la provincia tirrenica

UN FRONTE MOLTO AMPIO, CHE COINVOLGE IN PARTICOLARE LE COLLINE DI SPARTÀ E ACQUALADRONE, MINACCIANDO ANCHE ALCUNE ABITAZIONI, AL PUNTO CHE DIVERSI CITTADINI HANNO DECISO DI LASCIARE LE PROPRIE CASE

164

Testo…, tratto da… www.gazzettadelsud.it!

Un vasto incendio sta interessando, dal pomeriggio, la zona nord della città, al confine con la provincia tirrenica.

Un fronte molto ampio, che coinvolge in particolare le colline di Spartà e Acqualadrone, minacciando anche alcune abitazioni, al punto che diversi cittadini hanno deciso di lasciare le proprie case. Sul posto i vigili del fuoco, attivato anche il Coc dal Comune. Al momento impossibile l’intervento aereo, la Forestale ha chiesto il supporto di un’autobotte al Coc (Centro operativo comunale).

Il Coc è stato attivato, spiega l’assessore alla Protezione civile Massimiliano Minutoli, ‘per coordinare le associazioni di volontariato (cinque i moduli antincendio inviati in zona) sia per occuparsi dell’assistenza della popolazione, nel caso dovesse essere necessarie. Le fiamme, infatti, sono molto vicine ad alcune case estive. Ad alimentarle il forte vento che, nelle previsioni, dovrebbe calare in serata’.

La situazione è tutt’ora sotto controllo grazie all’intervento di cinque squadre e tre autobotti; 25 i vigilfuoco impegnati coordinati da due DOS (Direttore Operazioni di Spegnimento).