Una grande festa ha accolto oggi (domenica 30 maggio) l’arrivo dello skipper Sergio Davì alla Marina del Nettuno di Messina, sede della penultima tappa del Suzuki Experience, il tour italiano che ha permesso al navigatore solitario di “testare” le prestazioni del gommone Aretusa Explorer, RIB di Nuova Jolly Prince 38, con il quale il prossimo autunno affronterà l’Ocean to Ocean RIB Adventure”

LA NUOVA IMPRESA OCEANICA, LO VEDRA' PROTAGONISTA TRA LE INSIDIE DEL MEDITERRANEO, MA NON SOLO

0
162

Una grande festa ha accolto oggi (domenica 30 maggio) l’arrivo dello skipper Sergio Davì alla Marina del Nettuno di Messina, sede della penultima tappa del Suzuki Experience, il tour italiano che ha permesso al navigatore solitario di “testare” le prestazioni del gommone Aretusa Explorer, RIB di Nuova Jolly Prince 38, con il quale il prossimo autunno affronterà l’Ocean to Ocean RIB Adventure”, la nuova impresa oceanica che lo vedrà protagonista tra le insidie del Mediterraneo, dell’Oceano Atlantico e del Pacifico.

Ad accogliere oggi l’esperto skipper numerosi appassionati di nautica, tanti sportivi, e Antonino e Salvatore Femminò di Nautica Femminò, l’azienda messinese che ha fornito al campione siciliano l’assistenza tecnica al gommone Aretusa Explorer, RIB di Nuova Jolly Prince 38, con il quale, dopo il Suzuki Experience affronterà proprio l’Ocean to Ocean RIB Adventure.

“Ogni nuova sfida -ha detto Sergio Davì al suo arrivo a Messina- non è una sfida con il mare ma con me stesso. Quando naviga ogni marinaio ha un solo desiderio… toccare terra, ma dopo ogni meta vuole sempre ripartire. Io mi sento proprio così, sono un sognatore, ma con i piedi sempre per terra”.

Alla tappa di Messina ha partecipato il piccolo Giuseppe Sciarrone, il “Samurai del Mare” scelto da Suzuki Marine per vivere l’emozione della navigazione d’altura a bordo di un autentico “fuoristrada del mare”.

Numerosi anche gli appassionati che hanno voluto visionare da vicino la potente imbarcazione. Il 12 ed il 13 giugno alla Marina Arenella di Palermo si concluderà il Suzuki Experience. L’Ocean to Ocean RIB Adventure impegnerà Sergio Davì per circa quattro mesi. La partenza è prevista da Palermo, sua città natale. Nella prima parte del percorso attraverserà l’Oceano Atlantico da Capo Verde alla Guyana francese. Successivamente toccherà Venezuela, Colombia e attraverserà il Canale di Panama.

Dopo un passaggio dall’Arcipelago delle Galapagos navigherà verso il Messico ed infine approderà a Los Angeles in California dove si concluderà l’impresa transoceanica. Davì compirà l’impresa in solitaria, monitorato solo da una stazione di controllo. Lo skipper professionista è un grande esperto di navigazione oceanica, ha già compiuto diverse imprese come la traversata da Palermo a Recife, in Brasile, o la Nordkapp RIB Mission, in Norvegia. L’ultima e più impegnativa impresa conclusa con successo è stata la Ice RIB Challenge, nel 2019, con la quale lo skipper è passato anche da Messina e che lo ha visto navigare per 7.000 miglia nautiche da Palermo a New York, passando per latitudini estreme, compresi i ghiacciai.