Un’altra triste e penosa vicenda di abbandono e violenza su minori si è consumata in Italia e precisamente, in Emilia Romagna: i fatti accaduti risalgono a ben 4 anni fa e ci troviamo nella città di Rimini dove una donna, madre di una bambina di 3 anni, viene arrestata… non potendosi più occupare della propria figlia, la affida a cure e premura del patrigno di quest’ultima, all’epoca compagno della donna in carcere

L’INTERA VICENDA ASSUME UNA VESTE ORRORIFICA QUANDO QUESTI DECIDE DI TRASLARE L’AFFIDAMENTO DELL’INFANTE AGLI ZII, UNA COPPIA (SPOSATA DI 28 E 30 ANNI CHE COSTITUISCE IL LEGAME DI PARENTELA PIÙ PROSSIMO PER LA PICCOLA) CHE ACCETTA LA PROPOSTA, IN CAMBIO DI UN CONTRIBUTO PER IL MANTENIMENTO DELLA BAMBINA

63

Testo…, tratto da… www.notizie.it!

Un’altra triste e penosa vicenda di abbandono e violenza su minori si è consumata in Italia e precisamente, in Emilia Romagna: i fatti accaduti risalgono a ben 4 anni fa e ci troviamo nella città di Rimini dove una donna, madre di una bambina di 3 anni, viene arrestata… non potendosi più occupare della propria figlia, la affida a cure e premura del patrigno di quest’ultima, all’epoca compagno della donna in carcere.

L’intera vicenda assume una veste orrorifica quando questi decide di traslare l’affidamento dell’infante agli zii, una coppia (sposata di 28 e 30 anni che costituisce il legame di parentela più prossimo per la piccola). La coppia accetta la proposta, in cambio di un contributo per il mantenimento della bambina.

Lasciata senza cibo e picchiata: condannati gli zii della bambina
Inizialmente l’accudimento della bambina appare nella norma, tipico dell’innocenza infantile. Dopo qualche mese la coppia smette di ricevere il mantenimento della treenne, decidendo di vendicarsi su di lei. La piccola viene lasciata senza cibo e picchiata a sangue svariate volte.

A seguito di una segnalazione ai carabinieri di Rimini, la bimba versa in uno stato di terrore e sporcizia indicibili: ha il capo completamente rasato e riporta graffi e segni di percosse sul viso. Non a casa, viene trovata rannicchiata sotto al letto, annichilita dalla perfidia e dalle violenze degli zii.

Condannati gli zii della piccola
Fortunatamente, la bimba viene affidata subito ai servizi sociali e per la mostruosa coppia di coniugi viene emessa una condanna dal gup del Tribunale di Rimini: i due sono costretti rispettivamente a 3 anni e 6 mesi e 2 anni e 3 mesi di carcere.

L’accusa pendente sulle teste dei due individui è di abbandono e violenza su minore, sebbene beneficiante dello sconto di un terzo della pena grazie al rito abbreviato. Di quante vicende come questa saremo ancora costretti a leggere?