Dopo l’entrata in vigore sabato e domenica scorsi, della mini “zona rossa” a Capo Peloro… dalle ore 13 alle 17, diversi cittadini di Messina il 15 novembre hanno preso d’assalto i Colli San Rizzo… dando luogo a vistosi assembramenti

SI È PARLATO DI QUESTO ARGOMENTO, STAMANI IN SEDE DI COMITATO PROVINCIALE DELL'ORDINE E DELLA SICUREZZA PUBBLICA, CONVOCATO DALLA PREFETTA DOTTORESSA MARIA CARMELA LIBRIZZI ANCHE VENENDO INCONTRO ALLA RICHIESTA DEL SINDACO PELORITANO CATENO DE LUCA

262

Dopo l’entrata in vigore sabato e domenica scorsi, della mini “zona rossa” a Capo Peloro… dalle ore 13 alle 17, diversi cittadini di Messina il 15 novembre hanno preso d’assalto i Colli San Rizzo… dando luogo a vistosi assembramenti.

Si è parlato di questo argomento, stamani in sede di Comitato Provinciale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica, convocato dalla prefetta dottoressa Maria Carmela Librizzi anche venendo incontro alla richiesta del sindaco peloritano Cateno De Luca, che aveva ipotizzato di adottare un provvedimento finalizzato alla applicazione di un lockdown di 15 giorni.

La chiusura non ci sarà e le scuole resteranno aperte, dato che i responsabili dell’Azienda sanitaria provinciale non hanno rilevato particolari situazioni critiche.

Il primo cittadino De Luca pero’, non ha lo stesso parere dei componenti dell’Asp in merito alla analisi finale della situazione esistente. In ogni caso, per limitare la diffusione del Covid-19 si è pensato di chiudere strade e piazze principali nei fine settimana, evitando in tal modo una moltitudine di persone nello stesso luogo e nel medesimo momento.

Fra le ipotesi in campo, anche quella di anticipare il coprifuoco delle ore 22.00 (introdotto dal Dpcm emanato il 3 novembre dal premier Giuseppe Conte), alle 20.00.

La decisione definitiva, verrà assunta domani, alla fine di una ulteriore riunione del Consesso Interistituzionale.